Politica

CELLOLE – Recupero dell’Arena dei Pini e impianto natatorio: le proposte di Iovino e le perplessità di Sorgente

CELLOLE (Matilde Crolla) – Sul piano annuale e triennale delle opere pubbliche ha relazionato nel consiglio comunale di oggi l’assessore al ramo nonché vicesindaco, Giovanni Iovino. Quest’ultimo ha fatto un elenco di tutti i progetti che saranno cantierati e per i quali è prevista una spesa. Molti sono progetti del passato mai portati a termine, altri invece riguardano obiettivi nuovi. Tra questi troviamo

il completamento dei marciapiedi su via Risorgimento, il campo sportivo con i lavori di agibilità, la sistemazione dell’Arena dei Pini, il progetto per la piscina di Cellole ed altro ancora. A prendere la parola è stato poi il consigliere di minoranza Franco Sorgente. “Mi sarei aspettato molto di più in questo piano. Un’area destinata ai bambini e qualche intervento in più per quel che concerne l’edilizia scolastica. Per l’impianto natatorio- ha evidenziato Sorgente-. a breve Sessa dovrebbe aprire la sua piscina. In previsione di ciò ci chiediamo

se ci saranno i numeri per eventuali investimenti di privati. Non sarebbe il caso di cambiare la destinazione d’uso a palazzetto dello sport?”. Sorgente ha chiesto poi spiegazioni anche rispetto all’apertura del cantiere su via Risorgimento e sui percorsi pedociclabili a Baia Domizia. “Le riflessioni di Sorgente sono giustissime. Ma tutti gli interventi al di sotto dei 100mila euro non vengono evidenziati nel piano triennale delle opere pubbliche. Tutto il resto, invece, si tratta di 16 milioni e 400mila euro di interventi con fondi che siamo riusciti ad avere attraverso finanziamenti e che dunque saranno a costo zero per i cittadini”, ha concluso Iovino.