RUBRICA Capitani coraggiosi

CELLOLE – Lavoro, un buon curriculum ed un valido colloquio sono le formule vincenti: i consigli della career coach Mastroluca

*RUBRICA CAPITANI CORAGGIOSI*

CELLOLE (Matilde Crolla) – “Scrivere un buon curriculum vitae e prepararsi per affrontare un colloquio sono attività fondamentali per trovare lavoro e valorizzare le proprie esperienze e competenze. Sono tante le strategie utili a rafforzare la propria rete professionale e ad accedere a nuove opportunità di lavoro. Fondamentale sarà la cura dei dettagli e l’uso di tutti i canali a disposizione: quindi, non solo scrivere un curriculum e una lettera di presentazione in modo adeguato, ma anche realizzare un CV in inglese (per chi cerca opportunità all’estero), sfruttare tutte le potenzialità dei social media e del web per entrare in contatto con potenziali datori di lavoro e prepararsi bene al colloquio”. Sono questi alcuni dei consigli preziosi della dottoressa Giuseppina Mastroluca, esperta orientatrice professionale e career coach.

“Nel Career Day, nei Job Day o Day Meeting vengono create delle situazioni formative ad hoc dove i giovani che cercano lavoro possano essere prima formati  e consigliati da esperti nel settore Risorse Umane da personale competente sul come fare per creare un personal branding. Occasioni interessanti- spiega l’esperta Mastroluca- che di solito non si trovano facilmente soprattutto nelle nostre zone dove i giovani di solito mal consigliati o si affidano a personale inesperto o non sanno come fare e rischiano di perdere delle opportunità.

Bisogna parlare chiaro e non raccontare frottole ai nostri giovani. Siamo tanti, siamo troppi ma c’è sempre un talentuoso in ogni giornata di orientamento ma se il talento non viene allenato resta solo una dote e col tempo sei uno dei tanti. Gli obiettivi di questi interventi sono: conoscenza di sé e delle proprie risorse, del contesto, dei propri obiettivi. Il fine è la definizione di un progetto realistico che metta in relazione il soggetto con le possibilità lavorative concrete. L’orientatore professionale o il career coach sono delle figure che richiedono la conoscenza del mercato del lavoro e la capacità di motivare e consigliare

Il bilancio di competenze è un’altra complessa attività di orientamento al lavoro: si tratta di un percorso guidato che aiuti a chiarire lo stato delle cose in termini di capacità e aspirazioni in un certo punto della vita di un individuo. Il bilancio è utile per il lavoratore,  Dopo il bilancio c’è la parte ultima La ricerca attiva del lavoro che è insieme un tramite e un obiettivo, nel senso che l’orientamento al lavoro ha come- conclude Mastroluca- finalità quello di rendere autonomo il lavoratore nella ricerca di nuovi sbocchi professionali. La ricerca attiva comprende la stesura del curriculum, tecniche di presentazione di sé, comunicazione efficace, ricerca delle possibilità sul territorio, ecc.

Questo percorso interessante permette ai giovani di sperimentare, di farsi conoscere e soprattutto di acquisire conoscenze reali dagli “addetti ai lavori” cosa che spesso purtroppo nei centri per l’impiego, o negli informa giovani non trovi mi permetto di parlare da formatrice dei dipendenti dei suddetti centri. Da poco è stato istituito un processo formativo che vedrà coinvolti molti Comuni della nostra Regione per quanto riguarda appunto la formazione del personale dei Centri per l’Impiego e Informagiovani presenti nei vari territori questo per aumentare il supporto alle giovani generazioni e per rendere efficienti ed efficaci tali servizi”.

 

7 pensieri riguardo “CELLOLE – Lavoro, un buon curriculum ed un valido colloquio sono le formule vincenti: i consigli della career coach Mastroluca

I commenti sono chiusi.