CELLOLE – Accusata di stalking nei confronti dei parenti vicini di casa, 50enne sotto processo

CELLOLE – Si è tenuta nei giorni scorsi presso il tribunale di Santa Maria Capua Vetere, dinanzi al giudice monocratico dott.ssa Cesare, il processo a carico di A.R., una donna di cinquant’anni, accusata di atti persecutori ai danni di parenti vicini di casa. La donna, difesa

dall’avvocato Lorenzo Montecuollo, è imputata  per il reato di stalking nell’ambito di un rapporto molto controverso e astioso con le persone offese, sue vicine di casa. Nel corso dell’udienza sono state escusse le due parti civili, assistite dall’avvocato Gallo, le quali

hanno fornito la loro versione dei fatti anche in relazione a quanto denunciato anni fa ai carabinieri. Alla prossima udienza rinviata a gennaio 2023 verranno escusse le residue parti civili e poi anche gli uomini della polizia giudiziaria.