VAIRANO PATENORA – Carenza idrica, Martone attacca Cantelmo: vogliamo spiegazioni di questo disagio

VAIRANO PATENORA (Antonio Migliozzi) – Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del responsabile cittadino della Sinistra Italiana di Vairano Patenora, Gianpiero Martone. “Dopo circa 3 anni dal rifacimento della rete idrica comunale siamo punto e a capo.

Grande prospettiva di sicurezza, con annullamento di possibili rischi sulla riserva, si apriva con la diretta fornitura dell’Acquedotto Campano; i pozzi venivano finalmente superati e l’impianto strategico di Marzanello rimaneva per il pompaggio delle acque verso i tre serbatoi. Ultimamente si è dovuto ricorrere temporaneamente di nuovo ai pozzi; poi abbiamo ricevuto conferma di una risistemazione e adesso,come detto, siamo nuovamente punto e a capo. A questo punto,non più rinviabile, vi è il dovere morale,politico,amministrativo, legale, di chiarire cosa c’è di anomalo sul  nuovo impianto che è costato milioni di euro.

Personalmente,in prima persona, ho sempre difeso la validità del nuovo progetto, ma dopo le vicende sottolineate devo dichiarare che faccio molta fatica a pensare sui fatti,dichiarandomi molto deluso e offeso. E’ d’obbligo porsi la : il problema è strutturale del nuovo impianto, oppure chi lo gestisce non fa bene il proprio lavoro? È vergognoso e assai grave oggi, con questa pandemia stare senza acqua potabile nelle case!

Apprezzo la volontà del sindaco Cantelmo di dialogare con la Collettività con le continue dichiarazioni e annunci sui SOCIAL? Apprezzo anche la partecipazione nella difesa ambientale del piazzale Madonna di Loreto. Adesso però, il sindaco Cantelmo, ha l’obbligo di dichiarare pubblicamente quali sono i problemi alla base della continua carenza idrica, sperando che non si ha paura o non si vuole scomodare qualche dirigente amico del consorzio idrico di  Terra di Lavoro!”.