Cultura e Spettacolo

SESSA AURUNCA – Da un’idea di Verrengia direttamente dalla Spagna arrivano i ‘Paponines’ della Settimana Santa

SESSA AURUNCA (Matilde Crolla) – Si chiamano ‘Papones e Paponines’ ed arrivano direttamente dalla Spagna. Si tratta della simpatica riproduzione degli ‘Incappucciati’ della Settimana Santa in versione portachiavi e spille. Tutto questo è stato possibile grazie alla collaborazione tra il capogruppo di ‘Generazione Aurunca’, Alberto Verrengia, ed alcuni membri delle ‘Confradias’ ed esperti del marketing di Leon e Salamanca, nel corso del viaggio effettuato dal dinamico avvocato di Sessa Aurunca per conoscere questi

luoghi e le loro tradizioni, ma soprattutto come far risaltare il turismo, costante e fruttuoso. In questa occasione, dunque, è stata ‘concepita’ una riproduzione speciale, ossia i Paponines dedicati alla Settimana Santa di Sessa Aurunca sia in versione spille che in versione portachiavi. “Per ridare smalto a questa Terra servono idee e serve promozione turistica e culturale e, dunque, apertura al mondo- ha dichiarato Verrengia-.
Dalla Spagna esportiamo una idea particolarmente interessante, che servirà a promuovere ed incentivare la conoscenza delle nostre tradizioni e delle bellezze di Sessa Aurunca”.

I “Papones e Paponines” ossia la riproduzione degli Incappucciati in tessuto, leggeri e modificabili a piacimento, sono una tradizione della stupenda città di Leòn in Castiglia, dove i riti penitenziali e le processioni sono di grande attrattiva turistica con grande beneficio economico per tutta la comunità.
A Leon, come a Salamanca, tutte le vetrine degli esercizi commerciali, di ristorazione, i luoghi pubblici sono addobbati sulla tematica della Semana Santa (la Settimana Santa) durante le il periodo quaresimale e delle festività pasquali.

Saranno disponibili di varie dimensioni ed anche per le vetrine dei negozi i cosidetti “Papones” (più grandi)-
L’artigiana del settore Mayte Fraile, cittadina di Leon ed esperta del settore, ideatrice dei Papones e e Paponines (dipende dalle dimensioni) è stata lieta di collaborare con ‘Generazione Aurunca’.
“Mayte ha riprodotto nei colori, negli stemmi e delle forme i nostri confratelli- ha continuato Verrengia- e ciò sarà possibile in varie dimensioni per tutte e sei le confraternite, oltre agli angeli (sia neri che di altro colore) alle donne penitenti con i ceri e altre figure della Settimana Santa di Sessa Aurunca.

Per informazioni e prenotazioni ed altro è possibile contattare Generazione Aurunca sulla pagina https://www.facebook.com/generazioneaurunca/ o sulla email averren@libero.it.
Chiaramente il nostro invito è agli esercizi commerciali, addobbando le vetrine in tema, di rendere Sessa Aurunca ancora più unita e affascinante durante questo lungo periodo”.

3 pensieri riguardo “SESSA AURUNCA – Da un’idea di Verrengia direttamente dalla Spagna arrivano i ‘Paponines’ della Settimana Santa

I commenti sono chiusi.