SESSA AURUNCA – Congresso cittadino, Partito Democratico ad un bivio tra il ‘vecchio’ e il ‘nuovo’ che avanza

SESSA AURUNCA (Matilde Crolla) – Congresso cittadino del Partito Democratico: a meno di un mese dalle elezioni Politiche il partito si rimette in moto convocando per il prossimo 27 marzo l’importante appuntamento politico. Sicuramente quella del congresso sarà l’occasione per analizzare più da vicino anche il risultato elettorale e comprendere, magari, le ragioni che hanno portato ad un mancato consenso nei confronti del candidato Gennaro Oliviero. Quest’ultimo, infatti, da anni è riconosciuto come l’uomo di punta del Partito Democratico sul territorio. La candidatura alla Camera nel collegio uninominale ne è la prova. Ci

si aspettava nei suoi confronti un consenso molto più ampio, ed invece è stato ‘battuto’ nella sua roccaforte classificandosi al terzo posto rispetto al centrodestra e al Movimento Cinque Stelle. Che il dato nazionale possa essere visto come la prova di una disfatta generale del partito ci può anche stare. Ma Gennaro Oliviero è un consigliere regionale, i suoi uomini amministrano una città come Sessa Aurunca. Questa ‘disfatta’ non era prevista. In particolare in frazioni come Piedimonte Massicano e Carano dove alle scorse elezioni amministrative c’è stata una risposta molto positiva alla coalizione di Silvio Sasso. E’ mai possibile

che nelle due frazioni, dove vivono ben quattro consiglieri comunali di maggioranza, non ci sia stato lo stesso feedback positivo in occasione delle Politiche? Ed è mai possibile che a Sessa Aurunca una forza politica come Michele Schiavone non sia riuscito a far confluire su Gennaro Oliviero i consensi sperati? L’imminente congresso cittadino sarà l’occasione per fare chiarezza sugli equilibri interni al Pd e soprattutto per capire a chi spetterà dirigere il partito nei prossimi anni, anche alla luce delle aspirazioni che sembra nutrire Massimo Schiavone rispetto alle future elezioni regionali.