Cronaca neraPolitica

SESSA AURUNCA / CELLOLE – Inquinamento dei canali La Pigna e Trenta Palmi, Di Leone fa convocare tutti in Regione da Zinzi

SESSA AURUNCA / CELLOLE (Matilde Crolla) – Stato di grave inquinamento dei canali La Pigna e Trenta Palmi in tenimento di Sessa Aurunca e Cellole: Guido Di Leone fa convocare tutti in Regione Campania. E’ arrivata questa mattina la notizia della convocazione di un’audizione per martedì 3 luglio da parte del presidente della Terza Commissione Speciale (Terra dei Fuochi, Bonifiche ed Ecomafie), Gianpiero Zinzi, dei sindaci

di Sessa Aurunca, Silvio Sasso, e Cellole, Cristina Compasso, dell’assessore regionale all’Ambiente, Fulvio Bonavitacola, del direttore regionale dell’Ambiente Michele Palmieri, del collegio commissariale del Consorzio Aurunco di Bonifica, Giuseppe Testa e Carlo Maisto, del dirigente dell’Arpac, Agostino Delle Femmine, del presidente degli Allevatori della Provincia di Caserta, del presidente del Consorzio Turistico Balneare, Giuseppe Ponticelli. L’audizione è stata convocato dal consigliere regionale Zinzi, sempre

molto sensibile rispetto alle problematiche ambientali del territorio, dopo essersi confrontato con il leader del ‘Comitato Civico Cellolese’, Guido Di Leone che proprio nei giorni scorsi ha presentato un esposto rispetto alle condizioni in cui versa il canale Trenta Palmi e La Pigna, diffondendo anche un video emblematico che ha fatto il giro della provincia di Caserta e di quella di Latina, essendo i due canali a confine con il basso Lazio ed in prossimità del fiume Garigliano. Nei giorni scorsi, a seguito della denuncia di Di Leone, tra l’altro alcune Autorità ed Enti si sono mobilitati.
“Il video è stato visto anche da alcuni agricoltori, che questa mattina mi hanno contattato chiedendomi di andare con loro, per rendermi conto di cosa c’è da un altro lato del canale, che passa vicino alle loro terre, ma soprattutto che passa vicino a diverse abitazioni- afferma Di Leone-.


Senza perdere tempo mi sono recato sul posto ed insieme abbiamo effettuato il sopralluogo.
Rispetto ai giorni scorsi la situazione sembra più “fresca”, ma questo non cambia il fatto che bisogna sorvegliare e capire cosa è accaduto
In questi canali dovrebbe scorrere acqua, invece scorre tutt’altra roba”. L’intervento di Di Leone ha suscitato il plauso anche del suo amico, Geppino De Santis, consigliere comunale di Falciano del Massico, che a tal proposito ha dichiarato: “La cosa più importante per chi fa politica

è amare il popolo sempre e comunque. Fare solo gli interessi della gente e cercare di risolvere le numerose problematiche che ci sono. L’impegno per la Cellole fa onore all’amico Guido e deve essere di esempio per tutti coloro che fanno politica. Non sarà mai solo in queste battaglie. Io, nel mio piccolo, sarò sempre al fianco suo e degli amici del comitato. Avanti con forza e determinazione”.