Disagi & Cronaca cittadinaPolitica

SESSA AURUNCA – Caso rifiuti-Buttol, Sasso ‘sbugiarda’ Di Iorio sul vincolo di inedificabilità. Ecco i documenti

SESSA AURUNCA (Matilde Crolla) – “Clamoroso, sulla questione rifiuti Buttol. E’ vero o non è vero quello che ha detto il sindaco in consiglio comunale?”. Lo chiede a gran voce il consigliere comunale di opposizione Silvio Sasso in un comunicato stampa appena diffuso. “Un errore o altro? Siamo punto e a capo e la vicenda si fa ora seria e preoccupante. L’AREA NON È SOTTOPOSTA A VINCOLO DI INEDIFICABILITÀ

ASSOLUTA COME DA LUI ASSERITO, MA RISULTA “SVINCOLATA” SIN DAL 1989. La particella 5514 infatti dell’esibito Certificato di Destinazione Urbanistica altro non è che la corrispondenza delle vecchie particelle 66 e 70 riportate in Gazzetta Ufficiale il 27 giugno 1989. ORA VOGLIAMO CHIAREZZA. CON LA SALUTE NON SIAMO DISPOSTI A SCHERZARE”. Questo quanto dichiarato da Sasso a seguito

dell’intervento in consiglio comunale del sindaco Lorenzo Di Iorio che ha affermato che l’area dove potrebbe nascere l’impianto per lo smaltimento dei rifiuti pericolosi è sottoposta a vincolo paesaggistico per cui già tale limitazione scongiurerebbe l’ipotesi di apertura della struttura. Sasso lo sbugiarda affermando che, secondo quanto

verificato da lui personalmente, la particella in questione è stata svincolata già nel lontano 1989. Ecco di seguito i documenti inviati da Silvio Sasso alla nostra redazione.

Un pensiero su “SESSA AURUNCA – Caso rifiuti-Buttol, Sasso ‘sbugiarda’ Di Iorio sul vincolo di inedificabilità. Ecco i documenti

I commenti sono chiusi.