Disagi & Cronaca cittadina

SESSA A. / ROCCA D’EVANDRO – Agricoltura nelle Valli del Peccia, Iardino: “Vogliamo garanzie per l’imminente stagione irrigua”

SESSA AURUNCA (Matilde Crolla) – Mentre sono in corso le operazioni burocratiche di trasferimento momentaneo dei servizi del Consorzio Aurunco di Bonifica a quello delle Paludi di Napoli e Volla, gli agricoltori delle Valli del Peccia pongono alle istituzioni regionali un interrogativo retorico. Sarà garantita loro l’acqua quest’anno per l’irrigazione? Se lo chiede Domenico Iardino, rappresentante ‘agguerrito’ degli agricoltori di Rocca d’Evandro, Mignano Montelungo, San Pietro Infine. Tutti Comuni che dipendono dall’Ente aurunco e che già in passato hanno chiesto, alla luce di tutti i gravosi accadimenti, di essere

accorpati alla Comunità Montana come in passato. “Noi siamo in una crisi perenne e qualcuno risposte dovrà darne. Il problema non è solo dei lavoratori fissi e degli stagionali, ma anche degli agricoltori di tutta la zona. Abbiamo bisogno di garanzie. Non possiamo rischiare di vivere una stagione senz’acqua anche quest’anno”, dichiara Iardino. “Ho l’impressione che chi sta intorno a De Luca non abbia alcuna intenzione di far funzionare i Consorzi nonostante ci sia un disegno di legge ad hoc”. La problematica dei Consorzi sta interessando anche altre regioni d’Italia. In Puglia proprio nei giorni scorsi c’è stato uno

scontro tra Coldiretti e Regione. Gli agricoltori a Taranto hanno bruciato le cartelle esattoriali della bonifica e la Coldiretti ha deciso di indire uno stato di agitazione con una manifestazione. L’assessore all’Agricoltura della Regione Puglia aveva promesso di sospendere i ruoli dei tributi di bonifica del 2015,2016 e 2017. “La Coldiretti in Puglia ha anche predisposto un modello con il quale gli agricoltori possono chiedere al Consorzio di rifondere loro i danni creati dalla mancata reale bonifica del territorio- continua Iardino-. Non dimentichiamo che vi è una sentenza recente della Corte Costituzionale che impone ai Consorzi

di realizzare e mantenere in piena efficienza il sistema di drenaggio delle acque, pena non poter riscuotere legittimamente i tributi di bonifica”, conclude.

2 pensieri riguardo “SESSA A. / ROCCA D’EVANDRO – Agricoltura nelle Valli del Peccia, Iardino: “Vogliamo garanzie per l’imminente stagione irrigua”

I commenti sono chiusi.