SESSA A. / CELLOLE – ‘Meglio un giorno da formica che…’, Sorgente fa il bis e vince anche quest’anno il premio ‘ScriviAmo’

SESSA AURUNCA / CELLOLE (Matilde Crolla) – Si è conclusa con successo l’edizione di quest’anno della staffetta di scrittura creativa organizzata dalla Bimed in collaborazione con l’istituto comprensivo ‘Lucilio’ di Sessa Aurunca. Alla presenza della referente del Progetto Bimed, Isabella Sorgente, e della dirigente scolastica, Carmela Messa, gli alunni delle classi della scuola Primaria di San Castrese, classe 1 A Scuola Primaria di Sessa Aurunca, classi 2 A, 2B Scuola Primaria di Carano, classe 2A Scuola Primaria di Sessa Aurunca, Classe 3 A, 3 B ore 18,00 Scuola Primaria di Piedimonte, classe 4 A Scuola

Primaria di Sessa Aurunca, classe 5 A, 5B Scuola primaria di Piedimonte, classe 5 A Scuola Secondaria di I grado di Carano, classe 1 A, hanno potuto incontrare di persona la scrittrice Sara Magnoli. Inoltre, si è conclusa anche la terza edizione del Premio ScriviAmo con l’attesissima proclamazione delle 5 Staffette vincitrici.
Da Genova, città in cui si sono riuniti i giurati Patrizia Angelozzi, Sara Magnoli, Claudia Ferraroli, Anna Antoniazzi, Anna Vivarelli e Stefano Lamon, è giunta

la comunicazione con i nomi dei vincitori. Per la Categoria Minor si è aggiudicata la vittoria proprio la docente Isabella Sorgente che ha fornito l’incipit per il racconto dal titolo ‘Meglio un giorno da formica che…’. Ed il prossimo 22 luglio 2019, all’interno del Giffoni Film Festival, saranno premiate le scuole vincitrici. Il Premio Scriviamo è in parte la fase conclusiva della Staffetta di Scrittura

Creativa che, in realtà, cresce e si alimenta seguendo i ragazzi in tutto il loro percorso scolastico e non solo. Non è la prima volta che Isabella Sorgente riceve un prestigioso riconoscimento. Ricordiamo che già lo scorso anno riuscì a salire sul podio con il racconto ‘Violetta e le albicocche dispettose’. Anche in questo caso si trattava del concorso legato alla staffetta di scrittura creativa dal titolo ‘ScriviAmo’.