Cronaca neraDisagi & Cronaca cittadina

SESSA A. / CELLOLE – Mare, Acqualatina sotto processo. D’Onofrio invita sindaci e associazioni a costituirsi parte civile

SESSA AURUNCA / CELLOLE (Matilde Crolla) – L’avvocato Angelo D’Onofrio, vicepresidente dell’ASD Cellole Calcio ed imprenditore balneare di Baia Domizia, lancia un appello ai sindaci di Sessa Aurunca, Silvio Sasso, e Cellole, Cristina Compasso, affinché “insieme alle Associazioni dei Consumatori, alle Associazioni Ambientaliste, agli Operatori turistici, al Consorzio dei Balneari, all’Osservatorio per l’inquinamento marino, alle Associazioni come Big Brother e chi, come Gaetano Cerrito, ha sempre avuto

a cuore la Nostra Terra, sostengano gli interessi della collettività nel procedimento penale a carico della società Acqualatina spa”. La società, infatti, dovrà rispondere per il mancato rispetto dell’obbligo contrattuale sulla depurazione delle acque reflue urbane. Il Procedimento Penale, N. 4961/16 RGNR e N. 2762/17 RG GIP, si celebrerà innanzi al Tribunale di Cassino – Ufficio GIP – in Camera di Consiglio – il giorno 10 Ottobre 2019. “Questo è un avviso per tutti coloro che amano Baia Domizia ed il Nostro mare- dichiara l’avvocato D’Onofrio-. Il 6 Agosto del 2014, con la Protezione Civile, Presidente Sorgente Mattia, abbiamo sporto querela contro i Comuni di Minturno, Formia e Gaeta, nelle persone dei Sindaci p.t., ritenendoli

responsabili dell’inquinamento Marino del Nostro intero litorale. Ne sono seguite delle indagini e si è aperto un Procedimento penale a carico della Società ACQUALATINA Spa, per il mancato rispetto dell’obbligo contrattuale sulla depurazione delle acque reflue urbane”. L’appello di D’Onofrio è rivolto a tutti coloro che hanno a cuore le sorti del territorio affinché si costituiscano parte civile nel procedimento contro Acqualatina spa: “Questo potrebbe essere un modo serio di affrontare e risolvere il problema”, conclude. Intanto, sul giornale online ‘temporeale.info’ il neo amministratore delegato di Acqualatina, Marco Lombardi, ha dichiarato come i depuratori dell’ente gestore siano funzionanti e le acque sono totalmente depurate. “Se c’è un presunto fenomeno inquinamento, le ricerche vanno individuate altrove. (https://www.temporeale.info/91531/argomenti/attualita-argomenti/inquinamento-sul-litorale-domitio-acqualatina-sotto-processo.html).  Confermiamo la piena disponibilità a supportare tecnicamente le autorità competenti nell’individuazione delle cause di tali fenomeni, come già fatto in passato.” Acqualatina chiarisce, dunque, come i fenomeni non abbiano nulla a che vedere con i depuratori: gli impianti risultano funzionanti e le attività di controllo effettuate dai laboratori hanno confermato la purezza delle acque in uscita.

3 pensieri riguardo “SESSA A. / CELLOLE – Mare, Acqualatina sotto processo. D’Onofrio invita sindaci e associazioni a costituirsi parte civile

I commenti sono chiusi.