Cronaca nera

SESSA A./ALIFE – Stalking e maltrattamenti, imprenditore ingiustamente accusato dalla sua dipendente: il gip archivia il caso

SESSA AURUNCA / ALIFE (Matilde Crolla) – Accusato di stalking e maltrattamenti: archiviato il procedimento a carico dell’imprenditore aurunco Andrea Sullo, difeso dal noto penalista Stefano Alfieri. E’ stato celebrato dinanzi al tribunale di Santa Maria Capua Vetere, gip dott. Orazio Rossi, il procedimento a carico del titolare del Conad

del centro commerciale ‘Elefantino’ di Alife. L’uomo era stato accusato da una ex dipendente.
Secondo la denunciante il Sullo avrebbe in più occasioni, anche per il tramite di alcune dipendenti, maltrattato la donna, colpevole di aver messo in commercio prodotti scaduti, indirizzandole epiteti ingiuriosi e minatori.
Successivamente, sempre secondo la

denunciante, anche gli altri soci dietro disposizione di Andrea Sullo avrebbero posto in essere condotte lesive nei confronti della donna del tipo: offese personali e ingiurie.
Addirittura la donna ha denunciato pressioni dell’uomo riconducibili ad avances sessuali.
Dopo una serie di rinvii, all’udienza camerale del 24.01.2022, la difesa, rappresentata dall’avvocato Stefano Alfieri, rilevava l’infondatezza e pretestuosità delle accuse esibendo un

certificato medico, chiave della vicenda.
Più precisamente, la donna che aveva denunciato in precedenza altre due colleghe aveva depositato un certificato medico dell’ospedale di Piedimonte Matese del 25.03 dal quale si evinceva che era stata aggredita dalle due colleghe, al contempo, il medesimo certificato era stato depositato nella querela contro il Sullo. Rilevato tale discrepanza probatoria, la difesa poneva tale circostanza alla base

della falsità delle accuse nei confronti dello stimato imprenditore.
Venivano, inoltre, smontate tutte le accuse poiché nei giorni in cui si sarebbero verificate le condotte denunciate, il Sullo non era presente fisicamente presso il luogo di lavoro.
Il tribunale, pertanto, valutata tutta la documentazione prodotta, tesa a rendere estraneo dai fatti il Sullo e seguendo la tesi difensiva, rappresentata dall’avvocato Stefano Alfieri, procedeva

a decretare l’archiviazione del procedimento.
Unica certezza emersa è che la denunciante, conoscendo la posizione sociale del Sullo, dopo il suo licenziamento per giusta causa, ha provato ad ottenere un ingiusto risarcimento.
Nulla esclude che adesso il Sullo possa procedere contro la denunciante mediante una querela per calunnia ex art. 368 cp.

3 pensieri riguardo “SESSA A./ALIFE – Stalking e maltrattamenti, imprenditore ingiustamente accusato dalla sua dipendente: il gip archivia il caso

I commenti sono chiusi.