Disagi & Cronaca cittadina

MONDRAGONE – Rifiuti per strada e fogne che emanano miasmi nauseabondi, la denuncia di Pero su via Croce

MONDRAGONE (Alfonso Attanasio) – Sulle difficoltà del vivere alla via Benedetto Croce in zona mare di Mondragone l’Ing. Raffaele Pero Responsabile del Dipartimento Trasporti Viabilità e Urbanistica Regionale della Campania di Noi con Salvini – sottolinea: “Vivendo la quotidianità  di Mondragone  gli abitanti si abituano ad un determinato incedere delle situazioni che si presentano e si svolgono per strada, nei rioni e nelle case e sono portati a credere inconsciamente  che siano situazioni immodificabili

e che siano legate al posto, al comune o alla posizione geografica. Recandomi presso la Casa Comunale ieri ho incontrato un caro amico di famiglia, Giovanni  Corsaro mondragonese del 1934, residente e sposato con figli e nipoti ad Amsterdam in Olanda da sessanta anni, che non ha smesso di avere la passione per Mondragone e ogni anno vi ritorna per le ferie. Si aggirava per gli uffici per protestare sulle condizioni di cattiva abitabilità della strada in cui ha l’appartamento, via Benedetto Croce  palazzo Gioia nel quartiere  mare. Lamenta

la puzza, si poteva scrivere “il cattivo odore” ma il termine “la puzza” rende meglio, insopportabile della fognatura della strada mal fatta e mal manutenuta, della spazzatura lasciata a macerare sotto il sole anche per giorni, gli allagamenti che sopravvengono ogni volta che piove un poco di più, il problema dei cani randagi a branchi  ed infine i fuochi d’artificio che vengono sparati in qualsiasi momento  nell’arco delle 24 ore. Ormai alla spazzatura, ai cani randagi a volte anche

pericolosi e non per loro colpa perché sono esseri viventi e vanno rispettati da tali, ai botti e rumori molesti, alle alluvioni sistematiche da anni e sempre negli stessi punti ed altro ancora come alla disoccupazione, alla crisi, alle infrastrutture inutili e dannose, alla mancata  efficientamento della macchina amministrativa comunale,  alla invasione di extracomunitari, e non, con la conseguente difficoltà di rapportarsi con altre e diverse  culture etc…  la maggioranza dei cittadini di Mondragone sono abituati  da tempo

e rassegnati tanto che votano sempre gli stessi amministratori.  Dante Alighieri nel XI canto:Lo nostro scender conviene esser tardo, sì che s’ausi un poco in prima il senso al triste fiato; e poi no i fia riguardo” …  Virgilio consiglia di trattenersi lì giusto il tempo di abituare l’olfatto allodore sgradevole che arriva da sotto, poi potranno proseguire la discesa. Al nostro concittadino naturalizzato olandese non resta altro che consigliare, per il momento, di abituarsi al lezzo così come fa Virgilio con Dante. Però

a Mondragone ci sono dei gruppi di persone che non vogliono rassegnarsi o abituarsi al cattivo costume ed al cattivo odore instaurato da decenni dalla classe politica dominante. A questi dico che bisogna organizzarsi ed unirsi per dare un Buon Governo che dia una Vivibilità Felice alla Città di Mondragone”.

Un pensiero su “MONDRAGONE – Rifiuti per strada e fogne che emanano miasmi nauseabondi, la denuncia di Pero su via Croce

I commenti sono chiusi.