L’ANGOLO DELL’ESPERTO – Il ruolo dei nonni nella ‘cura’ del clima familiare: parla la dottoressa Cappabianca

A cura della dottoressa Rossella Cappabianca

I nonni rappresentano la storia della famiglia, punto di riferimento per i nipoti con il loro affetto e le loro “cure”. Confidenti e compagni di gioco, grazie al loro supporto, sono una risorsa indispensabile per garantire l’equilibrio familiare, considerando soprattutto il forte cambiamento sociale che ha coinvolto il “sistema famiglia”. Un cambiamento che ha interessato anche il ruolo genitoriale, con l’emancipazione della donna, madre e lavoratrice, la ridefinizione delle responsabilità coniugali e la nascita di “nuove famiglie”, ricostituite e/o allargate. Alla luce di questi mutamenti, i nonni restano una risorsa indispensabile anche nei momenti di crisi familiare e di coppia. Una risorsa per la famiglia in separazione. Contribuiscono alla

cura educativa e a volte anche economica del nucleo familiare nello svolgimento delle attività quotidiane. Nel caso di crisi coniugale e/o di coppia essi diventano un punto di riferimento per alleviare le sofferenze del bambino garantendo la stabilità del rapporto. A tal proposito emerge un altro importante aspetto, il genitore in fase di separazione a volte impedisce la frequentazione del figlio minore con i nonni dell’altro ramo genitoriale provocando sofferenza nel bambino già provato dalla perdita di quel clima familiare in cui i genitori erano insieme il punto di riferimento.

Si inserisce qui il prezioso ruolo della Mediazione Familiare che aiuta i genitori a comprendere l’importanza per i figli di mantenere buoni rapporti con i nonni sia paterni che materni. Quando il ciclo di vita di una famiglia si “spezza” o in qualche modo subisce un trauma tutti i membri coinvolti cadono in una profonda crisi dove tutto viene messo in discussione. La “stanza di mediazione” si riempie spesso degli “attori invisibili” che diventano parte integrante di questo momento di crisi. Il percorso per arrivare alla consapevolezza della propria situazione familiare e personale è lungo e pieno di insidie, questo perché il cambiamento fa paura così come fa paura prendere una decisione in merito a tale cambiamento.  Arrivare ad un accordo

condiviso nell’interesse dei figli passa attraverso una serie di resistenze emotive ed il ruolo dei nonni, in alcuni casi, fa da “collante”. L’obiettivo in questo caso è sostenere ed agevolare i nonni nel loro supporto educativo ai nipoti e ai loro figli, in modo da diventare una risorsa che li aiuta ad elaborare in maniera positiva i processi di cambiamento e di riorganizzazione che attraversa il nucleo familiare.