Politica

CELLOLE – Tabellone all’ingresso di Baia Domizia, il dietrofront della Compasso e le perplessità di Sorgente

CELLOLE (Matilde Crolla) – Tabellone all’ingresso di Baia Domizia, il consigliere Franco Sorgente manifesta la sua perplessità rispetto ad una gara d’appalto annunciata un anno fa dall’amministrazione comunale per la manutenzione e gestione pluriennale dello stesso rispetto alla quale non c’è stato alcun riscontro concreto. Oggi l’amministrazione con un affidamento diretto ad un’altra ditta stanzia 10mila euro più iva per la riqualificazione del cartellone. Perché arrivare a luglio per l’affidamento di riqualificazione? Che fine ha fatto la ditta che si era aggiudicata l’appalto l’anno scorso e che avrebbe consentito alle casse comunali un’entrata di 25mila euro totali? Sono domante che si pone anche il consigliere Sorgente: “Un anno fa, esattamente il 22 giugno 2018, la sindaca Cristina Compasso si presentava al popolo con una manifestazione di interesse finalizzata all’individuazione del soggetto per l’affidamento quinquennale della gestione e manutenzione del cartellone pubblicitario localizzato

sulla strada Statale Domiziana, all’ingresso di Baia Domizia, nonostante ci fossero tutta una serie di inadempienze da sistemare- ricorda Sorgente-. Qualche settimana dopo, esattamente il 10 Luglio 2018, si comunica l’espletamento della gara ed l’assegnazione, con un notevole rialzo rispetto alla base d’asta, alla cifra di 25.100 € oltre alle spese di ristrutturazione ed al versamento delle imposte pubblicitarie. A distanza di un anno, quel tabellone è rimasto esattamente come prima, in uno stato di totale abbandono, nonostante l’arrivo dell’estate (quella successiva però..). Intanto cosa si è pensato di fare? Affidare

la riqualificazione della struttura ad una nuova ditta (senza dar la possibilità a quelle locali di partecipare) ma con un impegno di spesa di 10.000 euro (oltre IVA). Mi chiedo: come mai si è perso tutto questo tempo? Dove è finita la ditta che si è aggiudicata la gara? Soprattutto, dove è finita quella trasparenza tanto invocata appena qualche mese fa? Siamo alle solite, manca una seria programmazione”, conclude Sorgente. LA COMUNICAZIONE DELLO SCORSO ANNO

2 pensieri riguardo “CELLOLE – Tabellone all’ingresso di Baia Domizia, il dietrofront della Compasso e le perplessità di Sorgente

I commenti sono chiusi.