Cronaca nera

CELLOLE – Ricettazione di beni archeologici: tre a processo

CELLOLE – Ricettazione di beni archeologici: tre a processo. Stamane si è tenuta l’udienza presso il tribunale Santa Maria Capua Vetere innanzi al giudice monocratico dottoressa Di Bartolomeo che ha visto come imputati tre cellolesi, D.B. , D.A. e P.F. . Ai suddetti imputati, difesi i primi due dall’avvocato Lorenzo Montecuollo, ed il terzo dall’avvocato Amelia Montecuollo, viene contestato il reato di ricettazione ed altre violazioni in ordine alla tutela dei beni archeologici in riferimento a diversi beni risalenti

all’epoca romana. È  stato escusso il maresciallo dei carabinieri, esperto nella materia, che ha dato conto del blitz effettuato nelle abitazioni degli imputati. La difesa ha quindi richiesto di sentire il consulente della Procura in ordine alle diverse discrasie emerse dall’escussione del sottufficiale dei carabinieri ed in relazione alla consulenza effettuata. Il giudice ha accolto l’istanza ed ha rinviato l’udienza  a maggio.

2 pensieri riguardo “CELLOLE – Ricettazione di beni archeologici: tre a processo

I commenti sono chiusi.