CELLOLE – Open Day, accoglienza dei piccoli alunni dell’infanzia nel plesso di via Leonardo tra laboratori e ‘sane’ merende

CELLOLE (Matilde Crolla) – Sentir dire da un bambino all’uscita di scuola: “Come sono stato bene qua, voglio ritornarci domani”, è tra le esclamazioni più soddisfacenti che un genitore ed un’insegnante possano ascoltare. Questa mattina un bambino di appena cinque anni ha confessato questa sua impressione positiva alla mamma, siamo certi che tutti gli altri partecipanti hanno provato lo stesso

sentimento nell’uscire dal plesso scolastico di via Leonardo dopo aver partecipato all’Open Day organizzato dalle insegnanti delle classi quinte. Due ore circa di attività, laboratori, merenda salutare e balli, che hanno impresso nell’animo di tanti piccoli ‘cuccioli’, prossimi alla scuola primaria, una sensazione di stupore e meraviglia rispetto a quel mondo ancora sconosciuto che li attende a settembre. E’ stata la dirigente scolastica, Gabriella Rubino, a volere fortemente queste giornate di condivisione e conoscenza, insieme

alle insegnanti che hanno dimostrato passione ed amore per la loro professione. Questi sentimenti sono stati trasmessi ai piccoli alunni dell’istituto ‘La Primavera’, accompagnati dalla direttrice Maria Antonietta Pellegrino e dall’insegnante Lucia Lamberti, e dell’asilo delle suore catechiste ‘Santa Lucia’. I bambini, accompagnati dai loro tutor (gli allievi delle classi quinte ndr), hanno partecipato ad un percorso creativo tra disegni, favole, esperimenti scientifici nel laboratorio appena inaugurato, e ballo finale insieme

alle loro future maestre. Un’esperienza che resterà impressa nella loro memoria e che renderà più semplice a settembre iniziare una nuova avventura al fianco di persone amorevoli e competenti. L’accoglienza è stata dedicata nei giorni scorsi anche agli alunni di ‘Pianeta Bambino’. Ad accompagnarli nel percorso di conoscenza sono state le insegnanti delle classi prime di via Leonardo e via Moravia. Anche

in questo caso i piccoli alunni sono stati impegnati in laboratori di disegno. Le maestre, insieme agli

alunni più grandi, hanno spiegato loro alcune paroline ‘chiave’ del mondo della scuola. A seguire ci sono stati dei momenti di lettura di filastrocche dedicate al tema della vita. Al termine delle due giornate sono stati consegnati ai piccoli dei gadget creati dagli alunni delle elementari.