Disagi & Cronaca cittadina

CELLOLE – Oggi l’ultimo saluto al finanziere Varone, il sindaco Di Leone: “La nostra comunità piange una persona per bene”

CELLOLE (Matilde Crolla) – Si sono svolti questa mattina i funerali di Lucio Varone, il finanziere di Cellole scomparso prematuramente all’età di 55 anni sabato scorso, alla vigilia di Pasqua. Tanti i messaggi di cordoglio, tanto e profondo il dolore che ha lasciato nella comunità per la sua scomparsa. Una morte inaspettata resa ancora più ingiusta per aver lasciato tre figli soli dopo aver perso appena lo scorso anno la sua

amata moglie, Lella. Toccante il messaggio del sindaco, Guido Di Leone. I due erano legati da una profonda amicizia e il finanziere cellolese era stato al fianco del sindaco in prima linea come candidato alle elezioni del 2016 nella lista del ‘Comitato Civico Cellolese’. “È stato difficile salutarti caro Lucio. È da sabato che ho un nodo in gola, è stata veramente dura. In Chiesa mentre ascoltavamo le letture, il nostro Parroco mi guarda e mi fa cenno di andare verso l’altare per parlare e salutarti. È stato inaspettato per me, mi tremavano

le gambe ed ho pensato “mo che dico”, in queste situazioni è veramente difficile parlare, ma non ce l’ho fatta a non andare, non me lo sarei mai perdonato- scrive Di Leone-. Non avevo nulla di scritto, ma ho provato a leggere ciò che c’era scritto nel mio cuore. Voglio pensare che la storia di Lucio e Lella sia una bellissima storia d’amore, a distanza di un solo anno sono entrambi volanti in cielo, da oggi potranno riabbracciarsi per la

vita eterna. Lucio Varone per me era una persona unica, onesta, corretta, intelligente, umile, un vero e proprio fuoriclasse. Mi mancherai tanto, ma il tuo ricordo sarà sempre vivo nei nostri cuori. Saremo accanto ai tuoi figli, non saranno mai soli. Oggi Cellole piange una persona perbene. Fai buon viaggio amico mio”.

2 pensieri riguardo “CELLOLE – Oggi l’ultimo saluto al finanziere Varone, il sindaco Di Leone: “La nostra comunità piange una persona per bene”

I commenti sono chiusi.