Disagi & Cronaca cittadina

CELLOLE – L’urlo di protesta di negozianti, estetiste e parrucchieri: “Chiediamo la cancellazione dei tributi per il 2020”. LE INTERVISTE VIDEO

CELLOLE (Matilde Crolla) – “Siamo chiusi ormai da due mesi eppure le tasse dovremo pagarle lo stesso. Stiamo tutti rispettando questo lockdown, così come ci è stato imposto, ma siamo altresì, tutti fortemente delusi dalle istituzioni che ci hanno completamente abbandonato. Solo chiacchiere e passerelle TV, contraddizioni continue e un misero contributo, che riteniamo offenda la dignità di noi Partita Iva, che

pur rappresentiamo la spina dorsale del tessuto economico italiano, contribuendo a fornire la maggior parte del gettito fiscale al paese”. L’urlo di protesta dei commercianti e degli artigiani si è fatto sentire anche a Cellole. Questa mattina, come annunciato nel servizio precedente, si è registrata la mobilitazione di un gruppo di rappresentanti delle categorie sopramenzionate, alcuni dei quali sono

stati ricevuti anche dal commissario straordinario, Savina Macchiarella. Quest’ultima ha ascoltato il loro appello accorato e ha garantito di inoltrare le loro istanze agli organi istituzionali provinciali e regionali. I commercianti chiedono la cancellazione per tutto il 2020 dei tributi (Acqua e nettezza urbana) e se il bilancio comunale lo permetta, un contributo a fondo perduto solo per quelle attività commerciali e artigianali che sono state chiuse. Abbiamo avvicinato alcuni di loro ai nostri microfoni. Seguiamo

l’intervista rilasciata, con le dovute distanze ed accortezze del caso, da Alessandro Paduano, Claudio D’Onofrio e Riccardo De Carolis. SEGUIAMO LE INTERVISTE (basta cliccare in alto).

Un pensiero su “CELLOLE – L’urlo di protesta di negozianti, estetiste e parrucchieri: “Chiediamo la cancellazione dei tributi per il 2020”. LE INTERVISTE VIDEO

I commenti sono chiusi.