Cultura e Spettacolo

CELLOLE – ‘L’isola che c’è’, concerto di Natale degli alunni de ‘La Primavera’ all’insegna della beneficenza

CELLOLE (Matilde Crolla) – ‘L’isola che c’è’, è questo il titolo del concerto di Natale organizzato dagli alunni dell’istituto ‘La Primavera’ di Cellole. Lo spettacolo, previsto per domenica 17 dicembre con inizio alle ore 15,30 presso l’auditorium San Marco e San Vito di Cellole, è stato messo in piedi dalla dinamica direttrice della scuola e dalle insegnanti. La manifestazione è a scopo benefico, infatti a termine del concerto saranno venduti dei calendari con le foto dei bambini il cui ricavato sarà devoluto all’Unicef. Sarà poi la

scuola, successivamente, a comunicare a quale progetto sarà rivolta la somma raccolta. Tra l’altro, restando sempre nell’ambito della beneficenza e della solidarietà, Maria Antonietta Pellegrino, direttrice dell’istituto ‘La Primavera’, ha deciso in sintonia con le sue collaboratrici di adottare un bambino a distanza nel mese di Gennaio. Lo spettacolo musicale di domenica si aprirà con un ricordo dedicato al compianto sindaco, Angelo Barretta, che pure amava fare beneficenza. Per l’occasione, infatti, è stata invitata anche la moglie, Gianna Russo, e i figli. I bambini del nido (0/ 3 anni) apriranno e chiuderanno lo spettacolo, nel corso del quale saranno

sfoggiati i canti natalizi del repertorio nazionale ed internazionale. I bambini canteranno anche alcune canzoni in inglese, in continuità con il progetto di inglese che regolarmente viene svolto nella scuola e destinato a tutte le fasce d’età da parte dell’insegnante madrelingua, Amalia Di Lorenzo. L’istituto ringrazia anche il parroco don Lorenzo Langella per aver messo a disposizione i locali dell’auditorium per questa occasione, che sarà sicuramente un momento di gioia, di condivisione e di spettacolo, ma anche di grande solidarietà ed amore rivolto a chi ne ha più bisogno. (Nella foto alcuni alunni durante le prove)

4 pensieri riguardo “CELLOLE – ‘L’isola che c’è’, concerto di Natale degli alunni de ‘La Primavera’ all’insegna della beneficenza

I commenti sono chiusi.