Cronaca nera

CELLOLE – Dramma della solitudine, l’ottantaduenne Francesco trovato morto in casa dopo quasi due mesi

CELLOLE / BAIA FELICE (Matilde Crolla) -Dramma della solitudine, Francesco A., 82 anni originario di Fuorigrotta, muore nella sua abitazione di Baia Felice solo, senza nessuno che possa versare una lacrime sul suo corpo. Sono trascorsi due mesi dalla sua scomparsa e solo oggi i suoi familiari, con i quali aveva rotto i rapporti

da diverso tempo, hanno potuto piangere la sua assenza. Francesco dopo essersi separato diversi anni fa dalla moglie aveva rotto i rapporti anche con i suoi figli. Si era trasferito a Baia Felice da Napoli e conduceva una vita da eremita. Di tanto in tanto gli faceva compagnia un vicino di casa. Ed è stato proprio quest’ultimo ad insospettirsi

perché da diversi giorni non lo vedeva. L’uomo si era trasferito in Portogallo da circa due mesi per lavoro. Al suo rientro è stato avvisato dai familiari di Francesco della morte della sorella di quest’ultimo. Il vicino di casa, dunque, che era ormai l’unico ‘collante’ tra Francesco e la sua famiglia, gli ha lasciato un bigliettino fuori al cancello di casa in cui gli comunicava il lutto. Dopo alcuni giorni

l’uomo ha notato che il bigliettino continuava ad essere al solito posto e che Francesco non lo aveva visto. A quel punto ha temuto il peggio. Si è recato presso il commissariato di polizia ed insieme ai vigili del fuoco gli agenti hanno aperto la porta di casa di Francesco

trovandolo cadavere…ma ormai da quasi due mesi da quanto emerso dall’esame autoptico sul corpo dell’uomo. L’ottantaduenne è deceduto da solo…come solo aveva deciso di vivere. Una storia triste che lascia molta amarezza. Ad occuparsi delle esequie l’agenzia ‘La Primula’ di Antonio Nardella.

Un pensiero su “CELLOLE – Dramma della solitudine, l’ottantaduenne Francesco trovato morto in casa dopo quasi due mesi

I commenti sono chiusi.