CELLOLE – ASD FC Cellole Calcio – Claudio Bartolini, al lavoro per la nuova stagione: presto lo stage per i portieri. Ecco tutte le novità

CELLOLE (Matilde Crolla) – La dirigenza della scuola calcio ‘ASD FC Cellole Calcio – Claudio Bartolini’ al lavoro per la stagione 2019/2020 che avrà inizio la prima settimana di settembre. E’ stata già stabilita la linea programmatica e l’obiettivo è quello di far crescere sempre di più una realtà sportiva già consolidata che quest’anno festeggia la sua terza stagione. Gianpiero Pagano, preparatore dei portieri, dal 22 al 26 luglio terrà uno stage presso il Malibù Sporting Club di Baia Domizia, cinque giorni di specializzazione tecnica

organizzata in collaborazione con l’associazione ‘Nati per Volare’. Si sta programmando, tra l’altro, il tanto atteso Open Day previsto per i giorni 27 e 29 agosto. Sarà un’occasione per far conoscere ancora meglio l’ASD FC Cellole Calcio – Claudio Bartolini ai nuovi talenti che intendono intraprendere un percorso con la scuola calcio cellolese. Tra le novità di quest’anno troviamo, tra l’altro, la costituzione di una squadra tutta al femminile. E’ stato confermato il responsabile dell’area tecnica Roberto Di Meo, mentre nei prossimi

giorni saranno comunicati anche i nomi dei membri dello staff tecnico. Al momento è stata confermata in blocco l’intera dirigenza, anche se gli stessi componenti del direttivo si dicono disponibili ad accogliere tutti coloro che intendono prenderne parte per la prima volta. “Siamo una realtà giovane che in poco tempo ha fatto passi da gigante, sancendo alleanze e partnership con realtà nazionali importanti. Siamo orgogliosi di quello che stiamo facendo e la speranza è quella di continuare sempre con lo stesso entusiasmo”, ha dichiarato

Ferdinando Ponticelli, vicepresidente della scuola calcio. Tra le partnership di quest’anno anche quella con medici professionisti di spessore del territorio come il radiologo ed ecografo Andrea Izzo e del Polimedalab, nella persona del referente Adriano Azzué, della nutrizionista Marina Ricciardi e dell’ortopedico Daniele Passaretti.