CASERTA – Chiusura della scuola elementare ‘Lombardo Radice’, Corvo di Azione e Partecipazione: “Scelta inaccettabile”

CASERTA – In merito alla chiusura della scuola elementare “Lombardo Radice” sita in via Roma a Caserta e dopo le dichiarazioni dell’assessore Pontillo, apparse su alcuni organi di stampa, è intervenuto Domenico Corvo, Vicepresidente di “Azione e Partecipazione”, che ha dichiarato: “Stiamo seguendo con attenzione la vicenda e siamo al fianco dei genitori e dei cittadini che stanno protestando contro il progetto di chiusura e di delocalizzazione della scuola. È inaccettabile pensare di chiudere una scuola nel centro della città per trasferirla nella zona ex Saint Gobain che, come dimostrano anche le ultime inchieste della magistratura, è un’ area insalubre!

L’assessore Pontillo invece di parlare di progetti faraonici dovrebbe spiegare qual è la logica che alimenta questa scelta assurda e perché l’amministrazione Marino tiene tanto a questo spostamento. Spieghi, Pontillo, perché la scuola non può rimanere dov’è? Perché invece di spostarla non si interviene per renderla adeguata ed efficiente? È forse una questione di fondi e di finanziamenti? E cosa intendono fare dell’immobile di via Roma? Attendiamo le risposte e nel contempo sosteniamo il giusto dissenso dei genitori e dei cittadini impegnati in difesa della scuola”.