SESSA AURUNCA – Giunta, il Pd rivendica la presidenza del consiglio e due assessori

SESSA AURUNCA (Matilde Crolla) – Manca poco, il sindaco Lorenzo Di Iorio deve convocare un consiglio comunale entro venerdì considerati i tempi di proclamazione ufficiale degli eletti da parte della subcommissione elettorale. Ma prima di tutto ciò resta da sciogliere la riserva in merito alle nomine interne alla giunta. Il sindaco farà una valutazione politica, lasciando a tutti i gruppi la possibilità

di fornire indicazioni in merito? Oppure Sceglierà il primo dei non eletti? Ma a quel punto potrebbero rivendicare tale modalità anche gli altri gruppi. Ieri, si vocifera, c’è stata una riunione tra i rappresentanti del Partito Democratico ed il presidente del Consiglio Regionale della Campania Gennaro Oliviero per definire le proposte che i piddini presenteranno al primo cittadino. Circola voce che il Pd sia intenzionato a chiedere la presidenza del consiglio comunale e due assessori. C’è l’incognita

di Lorenzo Fusco candidato nella lista ‘Riformisti e Democratici’, sul suo nome circolano tante voci. C’è chi lo vede come possibile assessore, essendo tra l’altro il primo dei non eletti. E’ la prima volta dopo tanti anni che Fusco resta fuori dal consiglio comunale. Ha manifestato sempre vicinanza a Gennaro Oliviero senza mai ‘scalciare’. Stavolta la partita per lui è stata più complicata

considerato che si è ritrovato a raccogliere consensi in una frazione, quella di Carano, quasi completamente schierata con il candidato sindaco Antonio Fusco. Tra l’altro, pur non riuscendo ad entrare in Assise, il suo risultato è stato comunque gratificante. Due sono le ipotesi: o che Alessandra Di Pasquale si dimetta da consigliere comunale

ed entri come assessore lasciando un seggio libero a Lorenzo Fusco, ma appare poco plausibile questa possibilità, o che sia proprio Fusco tra i nomi della rosa dell’esecutivo. Si vocifera che Ciro Marcigliano, consigliere anziano, stia rivendicando l’assessorato nella persona di Carmela Messa o di Carmen Boccino. Ma non si esclude che possa entrare Simona Pollano che per poco non è riuscita ad essere eletta in consiglio

comunale. Insomma, il sindaco Di Iorio ha una bella ‘gatta da pelare’, prevedibile tra l’altro in una coalizione come la sua che lo ha visto vincere al primo turno ma in una squadra alquanto variegata.