CELLOLE – Ignoti incendiano la sua villetta, Cioffi rassegna le dimissioni dal Comitato. La toccante lettera di commiato

CELLOLE / BAIA DOMIZIA (Matilde Crolla) – Una speranza, quella di risollevare le sorti di una terra bellissima ma martorizzata, decaduta a seguito di atti intimidatori contro la sua persona. Questa la ragione che ha spinto Alessandro Cioffi, presidente del Comitato Tutela Mare e Territorio, a seguito di quanto accaduto (incendio

della villetta di sua proprietà a Baia Domizia verificatosi la scorsa settimana) a rassegnare le dimissioni dall’associazione. Ecco di seguito la lettera di commiato con le motivazioni:

“Care amiche e cari amici,

ho il dovere di preannunciare di avere deciso di rassegnare le mie dimissioni da presidente del Comitato Tutela Mare e Territori per motivi inerenti ai fatti accaduti di recente verso la mia persona.

Desidero ringraziare tutti coloro che, in vario modo, mi sono stati compagni in questo tratto di strada: in questi due intensi anni di lavoro ho avuto l’opportunità di incontrare e conoscere tanti

tra voi e il guardarvi mi ha aiutato a vivere meglio la mia esperienza personale, il mio lavoro e la responsabilità alla quale ero stato chiamato. In questa strada ci hanno fatto compagnia

tanti autorevoli amici guardando i quali è stato più semplice e fruttuoso il lavoro. Non posso quindi che ricordare a me e a tutti voi il compito che ci è stato affidato per cercare di migliorare

la nostra amata e malata Baia Domizia.
I miei ed i vostri tentativi di portare a gran voce i disagi atavici di questa zona, ogni tanto per la nostra tenacia si riusciva

ad intravedere un barlume di speranza. Speranza decaduta con atti criminosi nei miei confronti.
Non passerò a nessuno lo scettro dell’intimidazione, ma augurerò a chi porterà alta la bandiera della civiltà tutta la mia gratitudine, restando al suo fianco con la mia anima di attivista.
In questi anni, nel mio piccolo ho cercato

di stimolare il tutti noi una cittadinanzattiva in modo da essere in costante simbiosi con i luoghi da proteggere e da amare.
Come diceva il teologo J. Carrón in (Insegnare Oggi) “farne luoghi di vera compagnia, di risposta ai problemi reali, dove

costantemente si verificano i tentativi che si fanno in una condivisione e in un sostegno reciproco, per poter collaborare sempre di più in questa avventura che è trasmettere un gusto del vivere ai nostri ragazzi.”

Augurandomi di avere l’occasione di incontrarvi, ringrazio tutti

Alessandro Cioffi”. Le dimissioni di Alessandro Cioffi rappresentano una pagina triste della storia di Baia Domizia tenuto conto dell’impegno profuso in questo anni dallo stesso attraverso l’associazione. Non sono state poche le battaglie per la riqualificazione della località

balneare portate avanti da Cioffi e dai membri del sodalizio. Battaglie portate avanti al fianco delle istituzioni locali. Le dimissioni, sicuramente, sono giunte a seguito di un’attenta riflessione. Si spera che il Comitato continui comunque il suo operato di riscatto del territorio.