SESSA AURUNCA – Istituto Nifo scuola ambasciatrice del Parlamento Europeo

SESSA AURUNCA (Bruno Bencivenga) – Ieri, martedì 4 Maggio, il nostro istituto ha celebrato la “Festa dell’Europa”. L’incontro si è svolto “da remoto”, con l’applicazione Google Meet, data l’eccezionalità del momento. All’evento sono intervenuti il Dirigente Scolastico, prof. Giovanni Battista Abbate, l’onorevole Giuseppina Picierno, membro

del Parlamento Europeo, la dott.ssa Chiara Landolfo, dell’ufficio del Parlamento Europeo in Italia, il Presidente del Consiglio della regione Campania, dott. Gennaro Oliviero, la prof.ssa Lucia Galdieri, referente d’istituto del progetto “Scuola ambasciatrice del Parlamento Europeo” per il quale l’Istituto Nifo ha ricevuto una

targa attestante detto riconoscimento. In apertura dell’incontro, sulle note della nona sinfonia di Beethoven (inno ufficiale del Parlamento europeo), è stato presentato un video che mostrava una raccolta di disegni, realizzati da uno studente del liceo Artistico di Cascano. I disegni presentavano una bandiera o un monumento che potesse rappresentare al meglio ciascuno dei 27 Stati membri dell’Unione Europea. Tale lavoro, inoltrato il mese scorso al Parlamento, è stato promosso

su vari canali social e  ripostato anche da Europe Direct Napoli ottenendo molte visualizzazioni. Durante la discussione sono stati toccati diversi temi di competenza dell’Unione Europea, a seguito delle domande rivolte da noi alunni agli ospiti. Gli argomenti trattati spaziavano dal Manifesto di Ventotene alla necessità dell’emanazione di una Costituzione europea, dal cosmopolitismo ai fenomeni migratori, nonché, dal punto di vista economico, ai finanziamenti che l’Europa eroga per la realizzazione di progetti sia scolastici che imprenditoriali e, dal punto di vista ambientale, le risorse messe a disposizione per il

raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030. I referenti del Parlamento si sono mostrati interessati a trattare tutte le tematiche proposte, fornendo risposte esaustive. La conferenza è stata un vero scambio di idee e principi tra noi ragazzi e persone che vivono quotidianamente il lavoro presso il Parlamento europeo. Io, in qualità di studente del suddetto istituto, ringrazio il preside e i professori tutti che propongono sempre a noi alunni attività stimolanti per la nostra crescita personale e culturale.