SESSA AURUNCA – Economia ed etica all’Agostino Nifo, lezione universitaria con l’Università Cattolica del Sacro Cuore

SESSA AURUNCA (Bruno Bencivenga) – Ieri 5 marzo, i ragazzi delle classi quarte e quinte dell’Istituto Agostino Nifo (liceo Scientifico, liceo Artistico e liceo Classico) hanno partecipato alla conferenza “Economia ed etica” tenuta dal professor Faioli professore associato di diritto del lavoro dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, facoltà di Economia. La conferenza si inserisce perfettamente nella

mission dell’Istituto Nifo che, da sempre, lega la propria attività scolastica all’educazione etica e morale e che nella trasversalità degli insegnamenti di Educazione Civica propone la conoscenza e la comprensione delle strutture e dei profili sociali, economici, giuridici e ambientali della società contemporanea. Lezione interessante, che ha spinto i ragazzi a porre più domande. Il professore ha trattato argomenti come il rapporto tra tecnologia e diritto, il contratto

collettivo e l’impresa 4.0 dando delle definizioni dettagliate. Partiamo proprio da quest’ultimo argomento, per industry 4.0 s’intende un’espressione sintetica usata per identificare la quarta rivoluzione industriale, ossia la trasformazione digitale in atto del sistema produttivo, socio-economico, che porterà ad accelerare i fenomeni di crescita esponenziale. Si tratta di un fenomeno complesso in cui tutti noi, senza rendercene conto, ci ritroveremo

sommersi nel futuro. Per quanto riguarda il contratto collettivo, il professore Faioli ha fatto riferimenti attuali facendo l’esempio dei raiders (che lavorano tramite le applicazioni come delivery, uber, glovo, ecc. consegnando su richiesta alimenti, oggetti) e dei braccianti agricoli (che lavorano con le proprie braccia come forza-lavoro, in cambio di una retribuzione) mostrando le differenze con altri ambiti lavorativi; problematica che ha fatto riflettere noi studenti su come lo sfruttamento e il duro lavoro siano realtà difficili da

eliminare in una società così grande ed opportunista. Ci è stato spiegato che il motivo per cui ancora sussistono tali discrepanze in un mondo moderno risiede nelle norme che si rivelano facili da oltrepassare ma di poco aiuto nelle situazioni concrete. Tale concetto credo sia stato uno degli insegnamenti più importanti che ci siano

stati trasmessi alla lezione che oggi abbiamo seguito: ci ha reso consci di una realtà che non conoscevamo e sicuramente si rivelerà importante per un futuro che dovremo imparare a gestire.