Cultura e SpettacoloDisagi & Cronaca cittadina

SESSA AURUNCA – Stand e volontari in piazza per accogliere turisti e il ‘mistero’ (svelato) della colletta dei commercianti. Il chiarimento di ‘Asso Lucilio’ e ‘Dj Group’

SESSA AURUNCA (Matilde Crolla) – Le tre domeniche appena trascorse hanno visto un boom di turisti provenienti dalla Toscana animare le strade della città di Sessa Aurunca. Ad accoglierli non solo i bellissimi monumenti presenti che ancora oggi rievocano epoche passate di cui i sessani doc vanno fieri, ma anche numerosi commercianti che entusiasti per l’iniziativa hanno animato le strade con stand di ogni genere. C’è stata una grande partecipazione, volontari al lavoro per giorni interi al fine di rendere l’iniziativa accattivante. La Pro loco, presieduta da Rosario Ago, ha messo a disposizione guide turistiche che volontariamente hanno accompagnato i turisti lungo le viuzze di Sessa Aurunca. Lo stesso sindaco, Silvio Sasso, in un’occasione si è improvvisato come guida turistica per fare gli onori di casa ai tanti turisti. Insomma, una manifestazione che sicuramente diventerà una tradizione per la città e che sarà ripetuta quanto prima, al fine di incrementare la presenza di turisti, far girare l’economia e nello stesso tempo valorizzare le bellezze storiche della città. Nonostante l’iniziativa sia stata un successo nei giorni a seguire sono state registrate alcune perplessità da parte di alcuni commercianti della zona. Alcuni esercenti hanno lamentato la richiesta di un piccolo contributo economico da parte di alcune

associazioni di volontariato presenti a Sessa Aurunca. Somme sicuramente irrisorie per ogni singolo commerciante, si parla di un massimo di venti euro a stand, ma che non hanno fatto mancare qualche polemica. Il presidente della Pro loco Rosario Ago, raggiunto telefonicamente, ha precisato che “per quanto riguarda la Pro loco non ha né chiesto ai commercianti e né versato alcun contributo ad altre associazioni”. A fare chiarezza ci hanno pensato, invece, Vincenzo Di Toro e Bruno De Vincenzo, rispettivamente presidenti dell’associazione ‘Asso Lucilio’ e ‘Dj Group’, che con le loro dichiarazioni hanno di fatto ‘svelato’ una sorta di mistero che aleggiava tra alcuni commercianti relativamente alla famosa ‘colletta’. “Siamo stati noi a chiedere un piccolo contributo ai commercianti- ha esordito Vincenzo Di Toro-. Ma quest’iniziativa è stata presa di comune accordo con i commercianti stessi, non è stata una nostra iniziativa individuale. Visto il successo delle tre domeniche abbiamo pensato che sarebbe bello per la nostra amata Sessa creare altre manifestazioni per accogliere gente e far girare l’economia con l’apertura dei negozi e stand in piazza. Dunque, la somma raccolta, che ha raggiunto un contributo massimo di venti euro per gli standisti che in queste giornate hanno guadagnato di più, servirà come fondo cassa per mettere in piedi nuove iniziative. Già ci stiamo attrezzando- continua- per una manifestazione prevista per il 18 novembre”. Di Toro, insieme a Bruno De Vincenzo, aggiunge altresì: “Ci sembra strano che qualche

commerciante si sia lamentato in un secondo momento visto che a noi nessuno ha detto nulla, anzi tutti erano d’accordo per fare questa colletta da utilizzare come fondo cassa per manifestazioni future e per utilizzare una piccolissima somma per offrire una pizza a tutti i ragazzi che volontariamente hanno lavorato per tre domeniche di seguito senza chiedere nulla in cambio”. Ed, intanto, oltre ad anticipare l’evento del prossimo 18 novembre Vincenzo Di Toro ne approfitta anche per sottolineare il successo di un’altra manifestazione tenutasi nella notte di Halloween al Windsurf a Baia Domizia. “Una serata all’insegna della buona musica e della coesione sociale tra i nostri giovani. All’evento hanno partecipato i dj: Jg Bros, Carlo Comella e Luigi Cerbarano dj resident, Dario Coiro resident ed il mitico percussionista sessano Teodoro Delfino. Insomma- spiega Di Toro., i ragazzi di Asso Lucilio ce la stanno mettendo tutta per aggregare sul territorio quanti più giovani possibili e far rinascere il territorio. E nonostante per questa serata ci fosse una mega festa a Pozzuoli organizzata dagli Angels Ov Love, i ragazzi di Sessa Aurunca sono comunque riusciti a portare a Baia Domizia 650 ragazzi”.

3 pensieri riguardo “SESSA AURUNCA – Stand e volontari in piazza per accogliere turisti e il ‘mistero’ (svelato) della colletta dei commercianti. Il chiarimento di ‘Asso Lucilio’ e ‘Dj Group’

I commenti sono chiusi.