SESSA AURUNCA – Giornata della Memoria, l’Istituto Superiore ‘Nifo’ dà vita al progetto ‘Tacendo’

SESSA AURUNCA – Tacendo si ripete. Il progetto Tacendo si ripete nasce come una iniziativa dell’istituto superiore Agostino Nifo , una scuola presente nel territorio di Sessa Aurunca sempre attenta nello stimolare gli allievi al senso civico, alla responsabilità e al rispetto dei diritti umani. Il 27 di gennaio di ogni anno cade la triste ricorrenza della Giornata della Memoria, per non dimenticare l’eccidio degli ebrei

durante la seconda guerra mondiale, per sottolineare l’importanza della memoria sia nei giovani sia in noi adulti abbiamo pensato di realizzare una targa da regalare ai comuni limitrofi al fine di commemorare pubblicamente con i nostri allievi e le scuole secondarie di primo grado questa realtà che è stata e che speriamo non si ripresenti mai più. Tacere crea oblio e minimizza ogni evento sbiadendo

e normalizzando la sofferenza e il dolore. Tacere permette che le cose si ripetano uguali a se stesse come se la storia non ci avesse insegnato nulla. Tacere non permette la rielaborazione degli eventi. Tacere relega la sofferenza solo nei cuori di chi l’ha vissuta lasciando nella solitudine chi porta ancora nella propria storia familiare le tracce dolorose della ferocia umana. Non lasciamo che tutto ciò

si ripeta, sebbene nel momento storico attuale stiamo vivendo altre guerre, gridiamo a gran voce il nostro no a tutto ciò e attraverso una piccola targa creiamo una pietra di inciampo ad imperitura memoria di ciò che è stato e che non deve più essere.
L’iniziativa nasce da una idea della prof.ssa Lucia Galdieri e del Dirigente Scolastico Giovanni Battista Abbate (nell’immagine di copertina)

che ha trovato immediata risposta in tutti i docenti dell’Istituto Nifo che si sono attivati per rendere fattibile l’evento (realizzazione delle targhe e dei manifesti; decorazione delle magliette e dei gadget; cura degli aspetti organizzativi; disponibilità ad accompagnare

gli allievi presso i luoghi scelti). Il NIFO è una grande famiglia, attenta alle relazioni con il territorio e sensibile a promuovere iniziative di valore
I dieci comuni invitati (Cancello ed Arnone, Carinola, Cellole, Falciano del massico, Francolise, Grazzanise, Minturno, Mondragone, Roccamonfina, Sessa A.) a ricevere la targa hanno dato immediata risposta positiva come anche le scuole coinvolte.