SESSA AURUNCA – Accusato di corruzione, giustizia è fatta per il commissario Romano assolto con formula piena

SESSA AURUNCA (Matilde Crolla) – Assolto con formula piena per insussistenza dei fatti: grande soddisfazione dopo mesi di pena per il commissario di polizia, dottor Giovanni Romano, sottoposto a procedimento penale e tratto in arresto diversi mesi fa con applicazione di misura cautelare in carcere prima e ai domiciliari poi. Sul

suo capo pendevano ipotesi di reato di corruzione per aver, secondo l’accusa, stabilito relazioni, nel periodo in cui rivestiva il ruolo di commissario di polizia, con soggetti dalla dubbia morale che avevano ottenuto, sempre nell’ipotesi accusatoria, il rilascio di autorizzazioni di porto d’armi. L’avvocato Luigi Imperato è riuscito a dimostrare, durante il processo, che il commissario Romano aveva sempre operato nel rispetto delle regole, senza mai favorire nelle

sue operazioni di polizia alcun soggetto; tra l’altro, tra i presunti destinatari di favori secondo l’accusa, nessuno rientrava nella competenza del commissariato di polizia di Sessa Aurunca. Il pubblico ministero aveva chiesto sette anni di reclusione, ma il collegio 5 della prima sezione penale del Tribunale di Napoli Nord, presieduto

dal dottor Pacchiarini, ha assolto con formula piena Romano perché il fatto non sussiste. Il commissario sarà in tempi rapidissimi reintegrato nel suo ruolo di vicecommissario e vice dirigente di polizia.