PIEDIMONTE MATESE – Sfratto alle case popolari, una ventina di famiglie col fiato sospeso

PIEDIMONTE MATESE (Francesco Mantovani) – Circa una ventina di famiglie, metà delle quali di Piedimonte Matese e metà della frazione Sepicciano, rischiano lo sfratto dalle case popolari. Un vero e proprio dramma se si considera che alcune di queste famiglie hanno bambini ancora piccoli. All’interno di un nucleo familiare ci sarebbe poi anche una persona disabile. Alcune di queste famiglie occupano un appartamento da almeno una ventina di anni e avrebbero sempre provveduto ad adempiere agli obblighi relativi alla corresponsione dei canoni di locazione all’Istituto Autonomo Case Popolari di Caserta. Per evitare che le venti famiglie si ritrovino senza un tetto, visto che difficilmente possono permettersi di pagare un affitto da qualche altra parte, sarebbe il caso che il sindaco Luigi Di Lorenzo adottasse ogni provvedimento anche d’urgenza al fine di consentire la permanenza di questi nuclei presso le case popolari visto che in caso contrario comunque toccherà al comune trovare una soluzione per sistemare tali famiglie.