Disagi & Cronaca cittadina

CELLOLE – Raccolta rifiuti e spazzamento, ‘chiamati’ nove netturbini: i restanti rimangono a bocca asciutta e si appellano a Iovino

CELLOLE (Matilde Crolla) – Una rappresentanza di operai stagionali, composta da nove unità, è stata ‘ingaggiata’ per iniziare a lavorare in vista dell’imminente stagione estiva. In questa rappresentanza vi sono alcuni operai ‘storici’ ed altri assunti più recentemente. Non sono mancati, però, i primi dissapori tra i restanti operai storici stagionali rimasti momentaneamente a casa che si aspettavano una ‘chiamata’ da parte dell’azienda che ancora non è arrivata. Secondo quanto ci viene riferito da alcuni di loro, al

momento rimasti fuori da questa assunzione, nell’ultima riunione tenutasi qualche settimana fa alla presenza dell’assessore all’Ambiente, Giovanni Iovino, era stato annunciato che a scaglione sarebbero stati tutti richiamati a lavorare entro la fine di marzo. Il timore di alcuni di loro, però, è che possano esserci delle lungaggini. Sembrerebbe che per essere assunti per questa stagione estiva tutti gli

altri storici, che lo scorso mese si erano recati in Comune proprio per avere delucidazioni dall’assessore Iovino e dal sindaco facente funzioni Francesco Lauretano (accompagnati dai consiglieri Fiore Renzo D’Onofrio e Guido Di Leone ndr), sia necessario approvare il bilancio con un impegno di spesa proprio rivolto a loro. Il malcontento c’è ed è palese. Ma la rassicurazione arriva direttamente dall’assessore

al ramo Iovino che ha dichiarato telefonicamente: “Ho fatto una riunione qualche settimana fa ed abbiamo stabilito che dopo la seconda metà di marzo avremmo dato indicazione alla società incaricata di assumere coloro che erano nel contratto. Il piano finanziario per l’assunzione degli altri rimanenti è già pronto. Non appena approveremo il bilancio anche loro saranno chiamati per andare a lavorare”.

2 pensieri riguardo “CELLOLE – Raccolta rifiuti e spazzamento, ‘chiamati’ nove netturbini: i restanti rimangono a bocca asciutta e si appellano a Iovino

I commenti sono chiusi.