Politica

CASERTA / SESSA AURUNCA – Scontro nel Pd tra Mirabelli e Oliviero. Il consigliere regionale respinge le accuse e annuncia battaglia legale

CASERTA / SESSA AURUNCA (Matilde Crolla) – Lo strappo tra Mirabelli e Oliviero è ormai insanabile ed il consigliere regionale annuncia battaglia, anche legale oltre che politica. “Apprendo, su un organo di stampa odierno, che sarebbe stata inviata alla Commissione Nazionale di Garanzia un esposto sul mio conto, a firma del Commissario provinciale di Caserta, Franco Mirabelli. Aspetto con serenità- scrive Gennaro Oliviero su Twitter-. Comunque ho dato incarico al mio avvocato di tutelare, nelle sedi opportune, la mia onorabilità e immagine di uomo, oltre che di politico, consapevole della portata meramente strumentale

di queste accuse, false e tendenziose, che mi vengono rivolte”. Da un articolo di ‘La Repubblica – Napoli’, emergono verità scottanti sul centrosinistra casertano. Il senatore Franco Mirabelli avrebbe denunciato il ‘trasversalismo’ di cui si sarebbe ‘macchiato’ Oliviero in una lettera inviata al presidente della Commissione di Garanzia Nazionale, Roberto Montanari e per conoscenza al premier Renzi. Mirabelli nella lettera chiede a gran voce l’estromissione di Gennaro Oliviero dal Partito democratico per “aver violato lo statuto”, “per aver sostenuto dietro le quinte anche la candidatura dell’attuale presidente della Provincia, Giorgio Magliocca, a scapito del candidato del centrosinistra, Carlo Marino”. Accuse pesanti, che come un macigno colpiscono

il consigliere regionale, presidente della Commissione Ambiente. Ma lui non ci sta e annuncia battaglia. La storia di Oliviero all’interno del Partito democratico può essere definita alquanto burrascosa. Alle scorse primarie assicurò il suo sostegno alla lista di Renzi, ma poi pare che abbia trasferito gran parte dei voti su Emiliano. E già questo creò non poco scalpore. Ora l’accusa che gli arriva è quella di aver ‘affossato’ il candidato Marino a favore di Magliocca. E’ chiaro il segnale che arriva di voler estromettere a tutti i costi Oliviero dal Pd. E Pina Picierno è sulla stessa linea di Mirabelli. Non si può sottovalutare il fatto che Oliviero aspira a fare il capolista alla Camera o candidarsi per il Senato. La sua carriera politica negli ultimi anni è finalizzata

proprio a questa aspirazione. Già ci provò cinque anni fa, ma poi Boselli preferì a lui un altro candidato. Da lì nacque la decisione di passare nel Pd. Ma naturalmente non sono pochi ad avere la stessa aspirazione di Oliviero. La stessa europarlamentare Pina Picierno pare voglia rientrare nel parlamento italiano e Oliviero candidato rappresenterebbe sicuramente un problema per lei. La Sgambato nutre la stessa preoccupazione. Insomma, considerando che anche Graziano aspira a candidarsi nel momento in cui dal Pd esce Gennaro Oliviero, siamo di fronte ad una lotta senza esclusioni di colpi. A questo punto o la spunta Oliviero sul Pd

o lo stesso consigliere regionale esce dal Pd ma deve pur sempre trovare un’altra collocazione. L’eventuale uscita di Oliviero dal Pd potrebbe provocare anche uno stravolgimento a livello politico locale. Cosa farebbe a quel punto Schiavone, che nel Pd sta da prima di Oliviero stesso? E quale potrebbe essere la possibile collocazione futura di Oliviero post Pd? Sicuramente l’Mpd di Bersani.

 

3 pensieri riguardo “CASERTA / SESSA AURUNCA – Scontro nel Pd tra Mirabelli e Oliviero. Il consigliere regionale respinge le accuse e annuncia battaglia legale

I commenti sono chiusi.