ALTO CASERTANO – Giovane cameriera molestata dal suo datore di lavoro e coetaneo. ‘Non è possibile che una donna ancora oggi debba subire queste umiliazioni’

ALTO CASERTANO (Antonio Migliozzi) – Un giovane ristoratore, da pochi mesi titolare dell’attività, avrebbe assunto degli atteggiamenti molesti nei confronti di una sua coetanea che nel corso della passata estate si è trovata a lavorare da cameriera presso il suo ristorante. “Il mio titolare – ci ha dichiarato la ragazza che, per ovvie ragioni, ha voluto mantenere in incognita la sua identità – si è sentito in diritto di toccarmi e condividere foto sul gruppo whatsapp dei camerieri, che dovrebbe essere utilizzato esclusivamente per ragioni di lavoro, intenta piegata a lavare il pavimento con commenti molto volgari”. Il ristorante si trova in un comune dell’Alto casertano, e la giovane ragazza solo dopo un mese ha avuto il coraggio di parlarne anche con i suoi genitori. “E’ molto umiliante che una donna, al di là della propria età, debba subire delle umiliazioni del genere sul posto di lavoro”, ha continuato la ragazza. “Una donna dovrebbe essere libera di poter vestire come vuole e non dovere stare sempre attenta a come si muove per non sentirsi dire di avere provocato”. La cosa che fa ulteriormente specie è che un atteggiamento del genere sia stato assunto da un giovane nei confronti di una sua coetanea, cosa che lascia tanta amarezza in quanto mentalità del genere sembrava appartenere ad una epoca oramai remota. Anche se in maniera anonima è molto importante che le donne denuncino queste cose, con la speranza che proprio dagli altri uomini possa nascere una solidarietà nei confronti delle donne molestate