CELLOLE – Conferite undici borse di studio agli alunni meritevoli, la proposta di Mauriello ottiene i primi successi

CELLOLE (Matilde Crolla) – Premiare gli alunni meritevoli, valutando il voto finale dell’esame di terza media per valorizzare tutto il percorso scolastico degli studenti, tenendo conto ovviamente anche del reddito: questo l’obiettivo della prima borsa di studio istituita a Cellole dall’amministrazione comunale Compasso, su interessamento e proposta della presidente del consiglio comunale, Marianna Mauriello. La borsa di studio per quest’anno è stata rivolta ai ragazzi della scuola secondaria

di primo grado (istituto comprensivo Serao-Fermi). La presidente Mauriello, in qualità di docente oltre che nella sua veste istituzionale, ha voluto evidenziare come la borsa di studio rappresenti uno stimolo per gli studenti e per la valorizzazione delle nuove generazioni del territorio su cui il Comune che deve guardare con attenzione per il futuro della collettività. Quest’anno gli alunni che hanno ottenuto la borsa di studio sono undici e si è tenuto conto dei voti finali di 9/10, 10/10 e 10 e lode. A ciascun alunno

il Comune ha assegnato duecento euro. Il bando è stato pubblicato il 28 novembre. Considerato che sono pervenute presso l’Ente municipale undici domande di partecipazione, con una sola domanda in più rispetto a quelle previste dal bando, per dare un segnale di riconoscenza ed incoraggiamento ai ragazzi per l’impegno profuso in questi anni di studio e finché possa essere da sprono a continuare si è ritenuto opportuno accogliere tutte undici le domande. La spesa aggiuntiva di duecento euro è stata prelevata dalla voce ‘spese per la presidenza del consiglio’.