CELLOLE/BAIA DOMIZIA – Usura ed estorsione ad imprenditori della zona, fissata l’udienza per la testimonianza delle vittime

CELLOLE (Matilde Crolla) – Estorsione ed usura, rinviata a giugno per un difetto di verifica alle persone offese l’udienza nel corso della quale le vittime di estorsione ed usura dovranno render conto nel pubblico dibattimento di quanto denunciato all’epoca dei fatti. Il processo, che ha avuto inizio nei mesi scorsi, è a carico di sei soggetti, alcuni già pregiudicati, accusati dei gravissimi reati di estorsione

aggravata ed usura a danni di imprenditori e commercianti cellolesi.
Gli imputati sono chiamati a rispondere di diversi episodi estorsivi ed usurari ai danni dei commercianti di Cellole e Baia Domizia. Il presidente del collegio, tra l’altro, già nel mese di marzo, ammise la costituzione di parte civile avanzata da uno delle vittime e parti lese, ossia

M.D.C., difeso dall’avvocato Lorenzo Montecuollo, procuratore speciale della persona offesa. Tutte le parti processuali quindi, ed in primis il P.M., provvidero a formalizzare le richieste probatorie tra cui l’escussione della polizia giudiziaria, delle persone offese, e quindi anche quella inerente la trascrizione delle intercettazioni telefoniche poste in essere, all’epoca dei fatti, dagli inquirenti al fine di smascherare

le condotte delittuose contestate. Il processo è stato quindi poi rinviato per il conferimento, da parte del collegio, dell’incarico del perito trascrittore che dovrà poi trascrivere il contenuto delle intercettazioni della P.G.