PIEDIMONTE MATESE – Ambito, la denuncia degli Enti del Terzo settore: istituzioni assenti, è ora di aprire tavoli permanenti di lavoro

PIEDIMONTE MATESE (fm) – Lo scorso 24 novembre gli Enti del Terzo Settore – Diversamente-Fraternitas Onlus-Umanità Nuova/Fish Campania-Afdp-Rena Rossa Aps-Spazio Donna – operanti nell’Ambito Sociale C4 sono stati convocati dall’Assessore alle Politiche Sociali del Comune Capofila di Piedimonte Matese, Emilio Iannotta, su richiesta anche di alcune realtà associative. Le Organizzazioni denunciano “le criticità che da anni attanagliano l’Ambito, a partire da una carenza di trasparenza nelle procedura: ad iniziare dal reclutamento del personale, le mancate concertazioni, atteggiamenti ostili da parte dei responsabili dello stesso ente“. Inoltre le Associazioni hanno rappresentato “la carenza dei servizi rivolti alle cittadine e ai cittadini: ritardi nell’erogazione degli assegni di cura, non attivazione del servizio di assistenza

specialistica nelle scuole, assenza del trasporto disabili (nonostante l’ambito è dotato di pulmini), progetti del Dopo di Noi mai partiti, inattività del centro anti-violenza di Ambito, il progetto ITIA mai avviato”. Gli Enti del Terzo Settore hanno fatto presente “la totale assenza delle istituzioni locali e che in questi anni solo grazie al lavoro svolto dalle singole realtà associative si è potuto sopperire all’assenza totale dell’Ambito C4″. Le Associazioni lanciano così un appello a tutti i Sindaci, quello “di aprire tavoli permanenti di lavoro e confronto per poter superare questo stallo che va avanti da troppi tempi“.