CELLOLE – Eco4: Di Leone riscatta i cittadini liberandoli dal lodo dopo il tentativo fallito di Lauretano

CELLOLE (Matilde Crolla) – L’accordo transattivo che è riuscito a raggiungere il sindaco Guido Di Leone rappresenta uno storico riscatto per la comunità cellolese sulla quale ormai da anni pesava come un macigno il lodo Eco4. Il debito contratto con la società, che

in passato si occupava del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, ancora oggi rappresenta un mistero anche se ci sono delle responsabilità che potrebbero venire a galla o finire nel dimenticatoio. Il revisore dei conti del Comune di Cellole Emilio Atorino lo afferma chiaramente nella sua relazione sul riconoscimento del debito fuori bilancio: “Vanno attivate le dovute azioni al fine di individuare le responsabilità dei fatti”. Ieri il sindaco di Cellole Guido

Di Leone era commosso, come fosse un segno del destino. “Ho iniziato i miei primi passi nella politica e nell’associazionismo proprio quando scoppiò lo scandalo dell’Eco4. Allora ero un giovane sognatore animato dal senso di giustizia. Non potevo accettare che la comunità cellolese avesse pagato regolarmente le bollette ed il Comune

si fosse ritrovato debitore di quasi sette milioni di euro. Dove sono finiti quei soldi? Chi ha la responsabilità?”. Francesco Lauretano nel 2017 tentò un accordo transattivo, ma tale accordo non andò in porto. Si trattava di un milione ed ottocentomila euro dilazionati in nove anni. Oggi ci riprova il sindaco Di Leone con un milione e duecentomila euro che saranno pagati entro marzo 2022. La soddisfazione è tanta

e lo dichiara tutto il gruppo nel corso del consiglio comunale: “Per anni la questione Eco4 ha minacciato le sorti del nostro paese. Oggi siamo qui per chiudere definitivamente un capitolo doloroso del nostro Comune, dopo mesi di costante impegno da parte del sindaco

e degli addetti ai lavori che hanno cercato insieme di trovare le giuste soluzioni con grande senso di responsabilità. Possiamo finalmente dire di essere fieri ed orgogliosi di aver raggiunto come squadra questo traguardo che per anni ha minacciato la serenità di tutti i cittadini. Oggi possiamo dire di guardare al futuro con maggiore serenità”, così ha letto la presidente del consiglio comunale Mena Lauretano a termine dell’assise di ieri a nome di tutto il gruppo di maggioranza.