BAIA E LATINA – Fondazione Campaniello, il progetto ‘Una cascina per la vita’ dà i suoi frutti: pronte le cassette rosse con i prodotti coltivati in loco

BAIA E LATINA (Francesco Mantovani) – Erano semplici cassette vuote destinate a finire in discarica ma dopo essere state riciclate e colorate di rosso sono pronte a far da contenitore ai prodotti coltivati da una decina di ragazzi affetti da disturbo dello spettro autistico inseriti nel progetto ‘Una Cascina per la Vita’. Oltre ad accogliere al loro interno il frutto delle attività di agricoltura sociale ripartite dopo lo stop causato dalla pendemia – ceci e cipolle alifane nello specifico – conterranno anche un pacco di sfoglie e due pacchi di biscotti realizzati presso il laboratorio di cucina di Genzano insieme al calendario con le foto dei ragazzi e delle ragazze che hanno partecipato alle attività di agricoltura sociale. E’ questa l’ultima iniziativa in ordine di tempo targata Fondazione Giovanni Campaniello Onlus.

‘Una Cascina per la Vita’

L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto messo a punto dalla fondazione su indicazioni di AGAN Onlus “Associazione Genitori Autistici Napoli Onlus” e denominato “Una Cascina per la Vita” per la cui realizzazione è stato acquistato un terreno in località Contra, a Baia e Latina, della superficie catastale complessiva di 31.072 mq.

La principale finalità della Fondazione

La Fondazione, che opera su tutto il territorio nazionale, nasce dall’iniziativa di Giovanni Campaniello che, dopo una vita dedicata al lavoro e forte dell’esperienza imprenditoriale acquisita negli anni, ha deciso di utilizzare le sue capacità e le

sue disponibilità per realizzare qualcosa che sia una risposta strutturale alla tematica dei disturbi dello spettro autistico. La principale finalità della Fondazione è la realizzazione di centri di ospitalità per soggetti interessati da Disturbi dello Spettro Autistico con lo svolgimento delle attività sociali durante l’arco della giornata.