CELLOLE – ‘Riscopriamo la bellezza’, Izzo apre agli alunni le iscrizioni ai laboratori territoriali

CELLOLE (Matilde Crolla) – ‘Riscopriamo la bellezza’, prende il via il prossimo 16 ottobre l’interessante iniziativa voluta dal sindaco Guido Di Leone e dall’assessore all’Istruzione Martina Izzo in collaborazione con la cooperativa sociale onlus ‘Osiride’. Il progetto, finanziato dal Ministero della Famiglia, prevede dieci giornate (dal 16 ottobre al 25 dicembre tutti i sabato mattina) dedicate a laboratori territoriali

per la valorizzazione delle ricchezze naturali, storiche e paesaggistiche del territorio. Si tratta di un’iniziativa aperta a tutti i giovani dai sette ai tredici anni. Per iscriversi, in maniera gratuita, alla partecipazione ai laboratori basterà recarsi presso la segreteria del sindaco di Cellole posta al primo piano del Municipio e lasciare i nominativi

dei figli partecipanti. I laboratori saranno tenuti da animatori professionali ed esperti che accompagneranno il gruppo in un entusiasmante percorso didattico. Il calendario completo verrà fornito al momento dell’iscrizione. Sarà messa a disposizione dei ragazzi un servizio navetta per raggiungere i luoghi delle attività. Le dieci giornate saranno

dedicate ad attività didattiche all’aperto e laboratori ludico-ricreativi per riscoprire il valore dello stare insieme, a visite guidate, incontri ed attività in fattoria didattica per riscoprire la nostra storia ed il valore dei mestieri tradizionali ed a passeggiate ed attività a contatto con la natura per riscoprire l’importanza delle biodiversità

e i benefici di un ambiente sano. Il luogo di incontro delle attività sarà l’oratorio di San Marco e San Vito di Cellole. Infatti, l’assessore Martina Izzo ne ha approfittato per ringraziare a tal proposito il parroco don Lorenzo Langella per la disponibilità. “Il contributo del Ministero era destinato ai centri estivi ma noi abbiamo preferito utilizzarli in un periodo ‘morto’ per i nostri ragazzi e dunque dirottarli verso

i laboratori territoriali autunnali ed invernali- ha spiegato Martina Izzo-. E’ destinato alla fascia di età che va dai sette ai tredici anni perché riteniamo riguardi i bambini più colpiti dalla pandemia. I laboratori saranno sicuramente un’occasione per ricominciare a socializzare ed ammirare il territorio in cui vivono. Ricordiamo che

i laboratori sono gratuiti e prevede un massimo di quaranta partecipanti per cui invitiamo tutti gli interessati ad iscriversi quanto prima per non perdere questa importante opportunità”. IN BASSO LA LOCANDINA