CELLOLE – Guerra al Covid, amministrazione e Asl inaugurano il centro vaccinale comunale. IL VIDEO ESCLUSIVO

CELLOLE (Matilde Crolla) – Taglio del nastro questa mattina al centro vaccinale comunale messo in piedi nella struttura che ospita la biblioteca dall’amministrazione comunale, nella persona del sindaco Guido Di Leone. Un obiettivo raggiunto sinergicamente con l’assessore alla Salute e con delega al Covid Antonietta Marchegiano e con

il dottore Valerio Lombardi. “Solo grazie al dottore Lombardi siamo riusciti ad aprire questo centro vaccinale comunale- ha dichiarato Di Leone al taglio del nastro-. Senza di lui non ce l’avremmo mai fatta”. Molto toccante il momento in cui il primo cittadino ha ricordato le sette vittime cellolesi del Coronavirus. “Non c’è una notte che non penso a loro ed è per il loro sacrificio che ci siamo convinti che non

potevamo permetterci altre vittime. In questo momento l’unica soluzione per combattere questo nemico invisibile è vaccinarsi. Per questo ritengo che questa struttura sia uno strumento in più per consentire ai medici di base di Cellole e di tutto il comprensorio, che hanno offerto la loro disponibilità, di somministrare il vaccino

ai loro pazienti. Uno strumento in più per vincere la battaglia contro il tempo”. “Questo lavoro è stato fatto con spirito di abnegazione da parte dei medici di famiglia che si stanno prodigando per fare le vaccinazione a tutti i loro assistiti. Spero tutto ciò possa essere un esempio anche per altre realtà”, ha dichiarato il direttore sanitario Gaetano Moretta. “L’Asl ha l’obbligo di supportare questo lavoro”. A prendere la parola è stato il dottore Valerio Lombardi: “Non siamo

degli eroi, ma dei professionisti e stiamo svolgendo il nostro lavoro. Anche se in questa fase siamo sotto pressione sia come cittadini come voi che come medici cui preme la salvaguardia della vostra salute. Abbiamo voluto grazie al sindaco dare il nostro contributo. Chiederemo alla nostra Asl se per le seconde dosi di Astrazeneca potremo farle qui per evitare spostamenti per le persone disabili”. A prendere la parola è stato poi uno dei medici di base di Cellole che ha messo

a disposizione la sua professionalità per vaccinare i suoi assistiti, Aldo Izzo: “Parlo a nome dei medici di base di Cellole. E’ sempre un’emozione quando a Cellole si inaugura qualcosa di buono. I medici si stanno impegnando fino allo stremo, ma non posso non ringraziare il sindaco Di Leone e il dottore Valerio Lombardi per aver reso possibile tutto ciò. Teniamoci caro questo centro fino alla fine, non sappiamo quanto durerà questa campagna ma teniamoci stretto questo centro, teniamolo vivo”. “La filiera che

si sta creando tra Asl ed amministrazione è molto importante per uscire da questo tunnel”, ha affermato Raffaele Aceti complimentandosi con il sindaco per l’impegno profuso per il territorio. “Questo centro vaccinale comunale rappresenta l’impegno dell’amministrazione in questo periodo che ha messo a dura prova i cittadini

sotto tutti i punti di vista. Il pensiero non può non andare a coloro che non ce l’hanno fatta, soprattutto ai nostri concittadini- ha dichiarato Antonietta Marchegiano-. A tutti noi voglio fare un appello: dobbiamo continuare a non abbassare la guardia, a rispettare le regole e soprattutto vacciniamoci!”. Per l’occasione anche

il vescovo, monsignor Orazio Francesco Piazza, guarito dal Covid da qualche giorno, ha voluto inviare il suo messaggio: “Ho saputo con immenso piacere dell’apertura del centro vaccinale a Cellole. La vaccinazione consente di vivere senza

il rischio di vita. Non deve venire meno la prudenza verso sé stessi e verso gli altri. Io sto uscendo dal contagio Covid in questi giorni e vi dico che non è una prova facile. Voglio ringraziare tutti i medici e gli operatori

sanitari che mi hanno seguito con una meticolosità che è rivolta a tutti i pazienti. E’ importante sapere della nascita di nuovo centri vaccinali. Continuiamo ad applicare responsabilità e prudenza”. Il parroco

don Lorenzo Langella ha proceduto poi alla benedizione del centro e di tutti i presenti. GUARDARE IL VIDEO IN ALTO CON I SINGOLI INTERVENTI (Basta cliccare in alto)