CELLOLE – Tutela della macchia mediterranea, Casale attiva il drone per scongiurare lo scempio

CELLOLE (Matilde Crolla) – Sono sempre più frequenti negli ultimi anni gli episodi di sradicamento dei pini secolari di Baia Domizia, in molti casi senza alcuna licenza da parte dei responsabili, come il caso di ieri in via Delle Agavi che ha visto l’intervento della polizia municipale di Cellole e la conseguente denuncia (
https://www.macronews.it/?p=30423 ). Per questo motivo e a salvaguardia

dell’ambiente e della macchia mediterranea il comandante della polizia municipale di Cellole, Pierluigi Casale, d’accordo con il sindaco Guido Di Leone, ha deciso di avviare un monitoraggio capillare dell’intera area costiera afferente al Comune di Cellole attraverso l’utilizzo del drone e delle foto storiche di Baia Domizia. L’obiettivo è quello di confrontare le immagini di qualche anno fa con quanto

il drone riuscirà a fotografare attualmente. Dal confronto si procederà alla verifica dei pini presenti, di quelli sradicati con e senza autorizzazione. Infatti, nel caso in cui si viene autorizzati dall’Ente municipale al taglio degli alberi è obbligo del proprietario procedere a ripiantarne uno nuovo adulto. Senza autorizzazione, invece, il responsabile

viene denunciato all’autorità giudiziaria. “Solitamente fino a qualche anno fa ogni villa di Baia Domizia aveva minimo un pino. Abbiamo notato negli ultimi tempi che la zona appare alquanto spoglia. E’ nostro dovere prendere atto della problematica e procedere secondo quanto previsto dalla legge”, ha dichiarato il comandante Casale.