CELLOLE – Un leccio e una sedia occupata contro la violenza di genere: siglato anche un protocollo d’intesa

CELLOLE (Matilde Crolla) – Un leccio piantato nel terreno, una sedia occupata da un drappo rosso: sono questi i simboli che l’amministrazione comunale di Cellole con il sindaco Guido Di Leone ed il consigliere delegato alle Pari Opportunità, Pina Mastroluca, hanno adottato nella giornata dedicata alla donna, come gran parte dei Comuni della Provincia di Caserta. Il primo cittadino Di Leone ed il consigliere Fiore Renzo D’Onofrio, alla presenza di tutta l’amministrazione comunale, di Fiorentina Orefice in qualità di membro del Comitato delle Pari

Opportunità del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Santa Maria Capua Vetere e di Marianna Mauriello nella veste di vice consigliera di Parità, hanno aiutato la Mastroluca a piantare il leccio nella villa sita nei pressi della chiesa di Santa Lucia. Poi tutti i presenti si sono trasferiti nella sala consiliare dove il comandante dei vigili urbani, Pierluigi Casale, ha

parlato dell’importanza della denuncia nei casi di violenza domestica e del telelavoro per supportare le donne che lavorano e che sono in gravidanza. Anche il sindaco Di Leone ha preso la parola evidenziando come sia importante che un’amministrazione comunale dia spazio alle pari opportunità. Il Comune di Cellole, tra l’altro, è tra i pochi Enti della provincia di Caserta ad avere un consigliere ad hoc delegato proprio alle Pari Opportunità. Solitamente si tratta di una delega che viene lasciata nelle mani degli assessori o del sindaco che già

si occupano di altro. Nel corso dell’evento di ieri si è tenuto anche il live streaming tra il Comune di Cellole e tutti i gli altri della provincia che hanno aderito al progetto pilota ‘Insieme per l’8 Marzo’ insieme alla Consigliera di Parità, Rosaria Calabrese e al presidente della Provincia Giorgio Magliocca. Da ieri l’8 marzo sarà una Festa della Donna speciale che vuole celebrare la forza delle donne, ecco il motivo della piantumazione del leccio, simbolo appunto di forza, tenacia e di grande

resistenza. E’ stata, quella di ieri, anche l’occasione per sottoscrivere il protocollo d’intesa contro la violenza di genere tra l’amministrazione comunale di Cellole e la consigliera Calabrese e viceconsigliera di Parità Mauriello che prevede la realizzazione di importanti progetti dedicati proprio a questo delicato e fondamentale tema della parità. Il protocollo è stato promosso da CGIL CISL e UIL di concerto con la Consigliera di Parità della Provincia di Caserta per la “Rete provinciale contro la violenza sulle donne” Di Caserta. Le finalità sono:

Diffondere tra la popolazione la cultura della legalità ed il rispetto dei valori della persona umana e di garantire effettiva operatività dei servizi a supporto delle donne, dei minori e delle persone che hanno subito violenza o maltrattamenti per motivi di genere.

Realizzazione di interconnessioni stabili tra servizi, istituzioni, realtà della cittadinanza attiva, per arrivare alla costituzione di un sistema unitario di servizi rivolti a tutti coloro che hanno

subito violenza di genere, per la promozione di procedure e strategie condivise, finalizzate ad azioni di contrasto alla violenza di genere nella provincia di Caserta.

La costituzione della “rete provinciale contro la violenza sulle donne” è finalizzata allo sviluppo di un sistema territoriale di azioni contro la violenza di genere sul territorio della provincia di Caserta, attraverso procedure e strategie condivise, iniziative di prevenzione, formazione, nonché informazione.