PIEDIMONTE MATESE / SANT’ANGELO D’ALIFE – Violenza di genere, i due comuni matesini concedono patrocinio all’iniziativa del Comitato Pari Opportunità

PIEDIMONTE MATESE / SANT’ANGELO D’ALIFE (cs) – Non si ferma l’attività del Comitato Pari Opportunità del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Santa Maria Capua Vetere in favore delle fasce deboli, in particolar modo delle donne vittime di violenza. Guidato dalla Presidente, avv.ta Olimpia Rubino, e con il patrocinio del Consiglio dell’Ordine fin dallo scorso mese di maggio il CPO ha aderito alla campagna nazionale finalizzata a contrastare la violenza di genere, ed in special modo quella domestica, che purtroppo durante il periodo emergenziale causato dal coronavirus ha fatto registrare un’impennata. In questa ottica sono stati realizzati dei manifesti volti a sensibilizzare l’opinione pubblica rispetto al delicato tema e, soprattutto, rivolti alle donne in difficoltà, invitandole a contattare il numero 1522, numero nazionale antiviolenza oppure ad utilizzare, tramite il proprio cellulare, l’apposita App 1522 per chiedere in sicurezza aiuto, sostegno e supporto specializzati. Dopo aver ricevuto il patrocinio morale dei Comuni di Santa Maria Capua Vetere e Caserta e dei rispettivi Sindaci Antonio Mirra e Carlo Marino, che già a maggio

avevano appoggiato l’iniziativa, oggi il progetto del Comitato ha trovato il significativo supporto del Matese: anche l’amministrazione comunale di Piedimonte Matese guidata dal Sindaco Luigi Di Lorenzo e quella di Sant’Angelo d’Alife, guidata dal Sindaco Michele Caporaso hanno infatti concesso il Patrocinio morale alla lodevole iniziativa del CPO degli avvocati sammaritani e, pertanto, i manifesti per pubblicizzare il 1522 e l’apposita APP 1522 sono affissi su tutto il territorio dei due comuni matesini, schierati accanto alle donne.