TEANO – Forza Italia: ‘A.A.A. cercasi buoni pasto disperatamente’

TEANO (Antonio Migliozzi) – I giorni passano ma le problematiche sembrano rimanere. E’ così che i componenti del locale circolo di Forza Italia è ritornata a trattare un problema che in paese sta diventando sempre di più un disagio sociale, che vede il cosiddetto “buono spesa”, a loro dire, solo sulla carta mentre molti cittadini stanno in attesa di riceverlo.

Appare ridicolo, inverosimile e forse anche un po’ ironico, che alla fine del tunnel che ha divorato negli ultimi due mesi le nostre vite, ancora ci si domandi dove siano i buoni alimentari elargiti dal governo alle famiglie con maggiori difficoltà finanziarie”, è il commento di Forza Italia.

Ormai sono settimane che ai cittadini viene promessa l’erogazione dei buoni alimentari azzardando date ,senza mai però entrare nello specifico. Non c’è dato di sapere cosa sta accadendo nelle stanze dell’amministrazione comunale, ma sappiamo purtroppo cosa sta accadendo ogni giorno negli uffici dei servizi sociali: le persone sono costrette a recarvisi per avere risposte, lamentandosi delle difficoltà quotidiane che stanno vivendo, elemosinando un loro diritto che non arriva, ma per colpa di chi? Giustificandosi quasi con timidezza per conservare un minimo di dignità. Non ci interessa, ora, ricercare il colpevole o colui che dovrebbe assumersi le responsabilità di quanto sta accadendo sul nostro territorio, ciò che chiediamo è che vengano date risposte concrete ai cittadini che chiedono aiuto.

Il governo centrale ha già  stanziato dei fondi da più di un mese, a supporto delle fasce in difficoltà, soprattutto a quelle che all’improvviso si sono trovate senza lavoro, con i loro esercizi commerciali chiusi, senza un’entrata economica che desse a loro sostegno e tranquillità…..oggi, piano piano stiamo ripartendo ed a Teano la politica ancora non sa che risposte dare ai cittadini sulla questione dei buoni alimentari.

Ma come mai i comuni limitrofi in breve tempo li hanno consegnati ai cittadini? Perché dobbiamo essere sempre trattati da cittadini di serie B? Le persone quant’altro tempo devono attendere affinché gli venga dato ciò che è un loro diritto?

I cittadini nel frattempo stanno cercando  di andare avanti a fatica, sperando che le promesse fatte diventino  realtà e che il senso di responsabilità possa pervadere la casa comunale, al fine di lavorare sui veri problemi del paese e sulle necessità dei cittadini. Speriamo e chiediamo a voce alta che il nostro ennesimo appello venga accolto da chi oggi ha il compito di guidare la città”.