PRESENZANO/VAIRANO – Centrale Turbogas, Zitti: “Fratelli d’Italia lasciati nelle retrovie durante la manifestazione”

PRESENZANO/VAIRANO (Antonio Migliozzi) – Anche il coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia di Presenzano, Attilio Zitti, ha voluto far sentire la proprio voce in merito alla manifestazione che si è tenuta sabato mattina a Vairano Patenora contro l’installazione della Centrale Turbogas nel comune di Presenzano. “Alla assemblea pubblica organizzata per la mattina del 07.12.2019 noi volevamo esserci. Noi volevamo esserci perché è dal principio che abbiamo combattuto l’arrivo del mostro sul territorio. I nostri rappresentanti presenti nel 2011\2012 nel Consiglio Comunale di Presenzano sono stati gli unici a mollare le poltrone, nel

preciso momento in cui il PD stipulava l’accordo con EDISON. Noi, all’opposizione nel momento in cui i Di Maio’s accordavano la proroga ad EDISON, volevamo essere in piazza, il 07.12.2019. Noi volevamo esserci perché potevamo starci, in piazza, coi cittadini, a continuare a difendere la sacralità e l’intoccabilità della nostra terra, delle nostre radici. Noi volevamo esserci nella persona della consigliera provinciale, Dott.ssa Gabriella Santillo, ad esprimere una volta ancora ed ancora con più forza l’identità tra ciò in cui crediamo da sempre e la volontà del territorio, di chi si batte per difenderlo. Ci veniva detto, nei giorni immediatamente

precedenti, che “nessuno poteva prendere la parola, oltre ai sindaci (ed al Vescovo) MAI prenderanno parola altri politici!”, e quindi, con atteggiamento misto tra fastidio ed indifferenza, venivamo invitati a stare nelle retrovie. Pur non comprendendo la ragionevolezza di un simile atteggiamento nei confronti nostri, che siamo davvero lontani anni luce da chi nel passato remoto e recente ha assunto, a livello nazionale e regionale, decisioni contrarie alla salvezza del nostro territorio, accettavamo la decisione del comitato.

Ovviamente, nella mattina del 07.12.2019, alle ore 10.20 circa, con la puntualità di cui è capace solo il Destino, gli interventi a petto fiero della Del Sesto (parlamentare nazionale) e di Tedeschi (parlamentare regionale molisano) facevano sciogliere come neve al sole le parole dei membri del comitato ed affioravano i fatti, in tutta la loro triste ed evidente natura farisea: gli unici a non dover prendere parola dovevano essere i non graditi membri al di fuori del cerchio magico “PDM5S”. La Santillo, l’unica rappresentante del territorio, esponente di un ente non responsabile per il dramma che viviamo, membro dell’unica forza politica che davvero non ha preso parte allo scempio in atto, è stata (manco tanto) gentilmente messa alla porta. Il tutto, va ricordato, dopo aver imposto alle nostre orecchie, nelle settimane passate, di ascoltare le sfrontate

parole di parlamentari campani PD, in difficoltà per non poter negare l’evidenza. Noi non sappiamo se potevamo riempire di persone la piazza di Vairano Scalo rimasta purtroppo vuota e sorda per i 3\4. Ciò che però sappiamo, è che quella piazza l’avremmo riempita di forza e determinazione a lottare contro questo teatrino che le nostre cittadinanze stanno subendo. L’avremmo fatto coi megafoni, se ce ne avessero passato uno. Forse è proprio questo a tenerli inquieti, non lo sapremo mai. (a proposito, ma perché TUTTE le manifestazioni contro la turbogas si fanno DAPPERTUTTO, tranne che sul territorio di Presenzano?) Questo vuol essere solo uno sfogo, giacché a noi va bene anche così, va bene marciare da soli in difesa del territorio. La solitudine non può far paura a chi, come noi, potrà anche avere le scarpe sporche ma, di certo, avrà sempre le mani pulite. Auguri di buon lavoro al Comitato”.