SESSA A. / PIEDIMONTE MASSICANO – Voragine in via Vico 3 Massicani aperta da un mese, residenti sul piede di guerra. LE FOTO

SESSA AURUNCA / PIEDIMONTE MASSICANO (Matilde Crolla) – I tempi della burocrazia, si sa, sono lunghi, spesso anche il ripristino di una strada si fa attendere. Ma se su una strada vi insistono delle abitazioni con famiglie e la stessa arteria ormai da un mese è impraticabile a causa dello sprofondamento del terreno a seguito della pioggia battente e del maltempo di qualche settimana fa, non si può

pensare che ancora chi di dovere non sia intervenuto. E’ il caso di Vico 3 Massicani, una delle arterie presente nella frazione di Piedimonte Massicano di fronte a piazza Borrelli. Lo scorso mese l’alluvione abbattutasi su tutto il territorio aurunco ha messo a dura prova cunette, caditoie, fogne e strade. Al di là del fango e dei detriti che sono scesi dal Monte Massico, in via Vico 3 Massicani si è registrata anche una profonda frana del terreno che ha determinato una voragine. All’indomani dello sprofondamento sono intervenuti i tecnici del Comune che

hanno provveduto a transennare la zona, ma da allora sono rimaste solo le transenne e la voragine. Non c’è stato ancora alcun intervento di ripristino della carreggiata nonostante quella zona è abitata. Il sottofondo stradale si corrode sempre di più a causa delle piogge di questi giorni e può essere pericoloso anche per i pedoni. Attualmente una famiglia che abita nella suddetta strada non può accedere nella propria abitazione con nessun mezzo di trasporto e non può neanche provvedere a fare rifornimento di GPL per l’impianto di riscaldamento

in quanto il camion per il trasporto del gas non può accedere a causa della voragine. I cittadini si chiedono se sia normale che a distanza di un mese ancora gli uffici non abbiano provveduto con un intervento di ripristino urgente della strada. LE FOTO