SESSA A. / FASANI – Un centro di ritrovo sociale nella vecchia scuola elementare, pubblicata la delibera della ‘discordia’

SESSA AURUNCA (Matilde Crolla) – E’ stata pubblicata questa mattina, dunque è visibile a tutti, la delibera della ‘discordia’. Parliamo di quell’atto di giunta approvato lo scorso 11 ottobre dall’esecutivo targato Silvio Sasso che ha spinto l’ex assessore Tommasina Casale a rassegnare le dimissioni. La delibera, infatti, riguarda, come anticipato nella giornata di ieri, la concessione in comodato d’uso gratuito dei locali della scuola elementare di Fasani all’associazione ‘Esserci domani’. Il sindaco ha deciso, come fatto

in diverse frazioni del territorio aurunco, di cedere alle associazioni del territorio immobili abbandonati di proprietà dell’Ente per consentire la nascita di punti di aggregazione sociale e culturale. La frazione di Fasani di fatto non ha un luogo di socializzazione, in particolare gli anziani sono costretti spesso a sostare su delle panchine posizionate dal Comune in alcuni slarghi della frazione. L’assenza di strutture

ricettive, circoli e bar, ha maggiormente motivato il sindaco ad individuare, su richiesta di gran parte dei residenti, nella vecchia scuola elementare un punto di ritrovo sociale. Con la pubblicazione della delibera, dunque, l’associazione ‘Esserci domani’ può iniziare a progettare per il futuro. Ricordiamo, invece, che l’ex assessore Casale aveva immaginato di vedervi realizzata una piazza nella zona occupata dalla scuola. Nei suoi progetti l’abbattimento dell’edificio e la realizzazione di un’area aperta. La divergenza di opinioni tra Sasso e Casale proprio su tale progetto pare sia stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso spingendo l’assessore a rimettere le deleghe nelle mani del sindaco.