CELLOLE – Piscina, lavori pagati ma non ancora completati: scatta l’interrogazione

CELLOLE (Matilde Crolla) – Lavori alla piscina comunale, i consiglieri di opposizione Franco Sorgente, Francesco Lauretano, Simona Di Paolo e Modesto Verrengia, presentano un’interrogazione consiliare alla sindaca, Cristina Compasso, in cui chiedono chiarimenti rispetto all’attuale ed effettivo stato dei luoghi, inoltre chiedono di sapere in base a quale criterio si è proceduto alla liquidazione della fattura ammontante a cinquemila euro nei confronti della ditta ‘Diodato Pecoraro’, essendo i lavori non effettuati e quali provvedimenti del caso concreto si intendano adottare

in caso di appurato mancato rispetto della normativa vigente. Tutto scaturisce dalla presa d’atto da parte dei quattro consiglieri comunali del fatto che, come si legge anche nell’interrogazione consiliare, “la suddetta ditta non ha provveduto all’esecuzione dei lavori indicati in oggetto della determinazione 140 A/T del 27/06/2019 con la quale si provvedeva ad affidare i lavori di sistemazione e messa in sicurezza della piscina comunale di Cellole alla ditta ‘Diodato Pecoraro’ in persona dell’omonimo titolare per l’importo complessivo di cinquemila euro”. I consiglieri comunali, dunque, vista la fattura

numero 6 del 31/07/2019 presentata dalla ditta e preso atto che con determinazione numero 183 A/T del 19/09/2019 si procedeva alla liquidazione della suddetta fattura in favore della ditta incaricata dei lavori di sistemazione e messa in sicurezza della piscina comunale, considerato che la suddetta ditta, secondo quanto si evince anche dalle foto risalenti al 26 settembre 2019, non ha provveduto

alla sistemazione prevista, chiedono spiegazioni e soprattutto di valutare se quanto esposto “evidenzi illeciti di natura amministrativa e/o contabile e/o penale con conseguente dovere di intervento presso le Autorità Competenti”. LE FOTO RISALENTI AL 26 SETTEMBRE 2019