VAIRANO PATENORA – Convocazione consiglio comunale, Moreno a Cantelmo: ‘avete creato una mia pec all’occorrenza’

VAIRANO PATENORA (c.s.) – Il consigliere comunale Lello Moreno ha così voluto rispondere al sindaco Bartolomeo Cantelmo in riguardo alla convocazione del consiglio comunale che vedrebbe da una parte, quella del consigliere Moreno, denunciare il mancato invito di convocazione, e dall’altra parte la testimonianza di della ricevuta della pec. “Hai voluto fare il furbo, hai pubblicato una ricevuta di consegna di una pec che non ho mai attivato e che avete fatto Voi arbitrariamente violando i miei diritti, la legge e la norma regolamentare emendata (art. 38) che prevedono che solo per gli amministratori sprovvisti di pec venga assegnata una pec istituzionale. La mia pec (raffaelemoreno@avvocatinapoli.legalmail.it) accreditata presso il Ministero della Giustizia, è ben nota all’Ente sin dal 2017 da quando ho assunto la carica di consigliere e attraverso la quale abbiamo interloquito da sempre. Sulla stessa avete risposto alle mie missive, alle mie interrogazioni, alle mie richieste di accesso agli atti e mi avete mandato le delibere di giunta. Questo è accaduto fino a qualche giorno fa con una nota a firma Supino di risposta ad una mia istanza di nullità di una determina del dirigente.

Per di più c’è un altro motivo di invalidità della convocazione, perché dalla pubblicazione che hai fatto risulta che la convocazione sarebbe partita dalla pec del tecnico comunale che non è soggetto abilitato a fare le convocazioni di Consiglio comunale, essendo a ciò competente il Sindaco o il segretario comunale.

Domani invierò un atto stragiudiziale sia a te che al segretario comunale nonché al Prefetto di Caserta, in cui ribadirò le ragioni della omessa convocazione per l’utilizzo di una pec da voi creata arbitrariamente e senza il mio consenso, disponendo già di una mia pec ufficiale, e vi diffiderò dal farne ulteriore uso per le comunicazioni riguardanti me quale consigliere ed eccepirò, in via subordinata, l’invalidità della convocazione essendo partita dal responsabile dell’ufficio tecnico.

Vediamo il Prefetto di Caserta come risponde alla diffida che farò partire domani. E comunque sono ancora in attesa di risposta alla mia interrogazione sulla compravendita del suolo di tua proprietà all’imprenditore Giovanni Pellegrino”.